▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...

Red Hat, collaborazione con AMD per l’AI

Le GPU AMD su OpenShift AI offriranno maggiore libertà di scelta e flessibilità nelle architetture per l’intelligenza artificiale

Tecnologie

Siglata una collaborazione tra Red Hat e AMD per ampliare la libertà di scelta nella creazione, implementazione e gestione di workload di intelligenza artificiale. Nel dettaglio, le due aziende intendono consentire agli AMD GPU Operator su Red Hat OpenShift AI di fornire la potenza di elaborazione e le prestazioni necessarie per i carichi di lavoro AI nel cloud ibrido. L’idea è quella di creare un ambiente in cui le soluzioni di AI possono essere adattate in modo da soddisfare tutte le esigenze del business.

Le GPU AMD su Red Hat OpenShift AI possono facilitare accesso, implementazione e raggiungimento dei vantaggi da parte un operatore GPU convalidato, che a sua volta consente di ottimizzare i flussi di lavoro AI e di colmare le lacune esistenti e potenziali nelle catene di fornitura delle GPU. Questi investimenti in acceleratori hardware, fondamentali per l’addestramento e la messa a punto di modelli linguistici e di base di grandi dimensioni, possono ora essere più convenienti e tempestivi per i gruppi tecnologici, facilitando un più rapido ritorno sugli investimenti e velocizzando la disponibilità sul mercato di applicazioni intelligenti. Partendo dal supporto delle CPU AMD Epyc su Red Hat Enterprise Linux e Red Hat OpenShift, questa collaborazione si concentrerà sull’abilitazione del supporto per le tecnologie open hybrid cloud di Red Hat sulle generazioni attuali e future di acceleratori AMD Instinct, alimentando ulteriormente l’innovazione dell’AI e offrendo ai clienti una migliore scelta di risorse GPU.

Partecipa agli ItalianSecurityAwards 2024 ed esprimi il tuo voto premiando le soluzioni di cybersecurity che reputi più innovative

AMD GPU Operator è ora disponibile in anteprima di sviluppo per gli utenti che possono testarlo e installarlo sui cluster Red Hat OpenShift. Grazie a questa collaborazione, i clienti potranno beneficiare dell’esperienza di AMD nell’hardware AI insieme a quella di Red Hat nel software open source e nell’AI, supportata da tooling, test, hardening e altro ancora.

Red Hat si impegna ad abbassare la barriera d'ingresso per i carichi di lavoro AI sfruttando la potenza della collaborazione e dell'innovazione open. Con AMD, stiamo democratizzando l'accesso alle principali tecnologie AI, dando potere agli sviluppatori e consentendo alle aziende di realizzare il loro pieno potenziale in un futuro guidato dall'AI”, spiega Stefanie Chiras, senior vice president, Partner Ecosystem Success di Red Hat.

In AMD siamo profondamente impegnati a collaborare con la più estesa comunità software AI per promuovere la crescita e l'innovazione del settore. Il nostro lavoro con Red Hat è un esempio evidente: integriamo le GPU AMD Instinct con Red Hat OpenShift AI, mettendo a disposizione delle aziende e dei clienti gli strumenti hardware e software necessari per realizzare soluzioni AI enterprise all'avanguardia”, conclude Andrew Dieckmann, corporate vice president e general manager, Data Center Acceleration Business di AMD.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter