Draghi: raggiunti tutti i 51 obiettivi PNRR per il 2021

Il Presidente del Consiglio, durante la conferenza stampa di fine anno, ha indicato il Piano tra i risultati chiave del suo Governo.

Mercato e Lavoro

L’Italia ha raggiunto i 51 obiettivi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza concordati con la Commissione Europea con scadenza il 31 dicembre 2021. Lo ha annunciato il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, durante la tradizionale conferenza stampa di fine anno, annoverando il raggiungimento degli obiettivi tra i risultati chiave del suo Governo, insieme alla consegna in tempo del PNRR stesso. “Oggi posso dirvi che abbiamo raggiunto tutti e 51 gli obiettivi. In questo momento, è in discussione alla Commissione Europea la firma di quello che si chiama accordo operativo, che apre il periodo di interlocuzione prima di accordare la tranche dei prestiti previsti”, ha detto Draghi.

Citando i dati positivi sulla crescita economica del Paese, Draghi ha affermato che l’attuale congiuntura “può essere un moltiplicatore psicologico dell'azione di Governo e dell'azione stessa del PNRR”. Secondo il premier, inoltre, “occorre dimostrare che la fiducia degli altri Paesi europei, mostrata dando all'Italia questi fondi, è stata ben riposta”.

L’Italia, le Regioni, i Comuni e il Governo si muovono con determinazione e con forza. Il processo è lungo e complesso, ma c’è da essere soddisfatti per quanto fatto quest’anno; soprattutto, non c’è ragione di temere che non si possa fare bene anche in futuro”, ha continuato il Presidente. Rispondendo a una domanda sulla capacità di spendere i fondi messi a disposizione dal PNRR, il Presidente del Consiglio ha ribadito che l’azione di Governo continua con determinazione a creare le condizioni per cui il PNRR possa essere attuato e a consentire alle Amministrazioni, agli Enti attuatori, alle Regioni e ai Ministeri di poter erogare queste somme e investirle.

Bisogna immaginare una quantità di istituzioni che cambiano il loro modo di agire. Questa è la vera sfida”, ha aggiunto. Riguardo alle piccole e medie imprese, anch’esse coinvolte dal Piano, ha sottolineato che le associazioni che le rappresentano dovrebbero aiutarle in questa missione, ma “se dovesse essere necessario che il Governo aiuti queste associazioni, sarà fatto”, ha concluso.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori