PNRR: avvisi e bandi in primo piano

Il MEF chiede alle Amministrazioni di segnalare per tempo al pubblico i bandi collegati al PNRR

Trasformazione Digitale
Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza richiede una buona dose di attenzione da parte delle imprese e dei cittadini interessati. In primo luogo perché è utile tracciare se e quanto il Piano venga effettivamente rispettato. Ma anche per capire - lato imprese - a quali eventuali opportunità di investimento della PA si possa partecipare. Uno scenario che la PA italiana è obbligata tra l'altro a dare, per gli "obblighi di informazione, comunicazione e pubblicità" che le norme europee prevedono.

Anche per adempire a questi obblighi è nato il portale Italia Domani. Ma la cosa più importante è che da qualche giorno il portale è stato arricchito con una sezione specifica Bandi e Avvisi. Dedicata, come indica il suo nome, a bandi, avvisi pubblici ed altre procedure di attivazione degli investimenti, emanate dalle Amministrazioni centrali titolari degli interventi per la selezione dei progetti da finanziare attraverso il PNRR e/o l’individuazione di beneficiari e soggetti attuatori. Dalla parte descrittiva di ogni bando è poi possibile accedere ai siti istituzionali delle singole Amministrazioni, per scaricare la relativa documentazione che serve a partecipare ai bandi stessi.

Piccolo potenziale, ma probabilmente inevitabile, problema: le informazioni necessarie a popolare la sezione Bandi e Avvisi non sono raccolte direttamente dal Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato - che fa capo al MEF e cura il sito informativo - ma devono essere comunicate dalle Amministrazioni che hanno istituito e istituiranno bendi vecchi e nuovi. Il MEF infatti si aspetta le segnalazioni dei bandi già emessi per "darne evidenza anche come dato storicizzato", di quelli di prossima emanazione e di quelli programmati entro il 2022.

Ciascuna Amministrazione dovrebbe, secondo il MEF, "programmare con congruo anticipo la pubblicazione degli avvisi e dei bandi di propria competenza, soprattutto quelli riferibili a traguardi e obiettivi (milestone e target) del PNRR". Non tanto e non solo per dare maggiori informazioni al pubblico. Quanto piuttosto per consentire "ai potenziali interessati di organizzare al meglio e per tempo la propria partecipazione". Un auspicio assolutamente condivisibile.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

Per una IT sostenibile

Speciale

Osservatorio Innovazione e Rilancio

Webinar

Dall’endpoint protection al servizio gestito: come evolve la cybersecurity

Webinar

Cloud ad alta velocità: la base della vera Trasformazione Digitale

E-Book

Le regole dell’ufficio ibrido

Calendario Tutto

Nov 30
WEBINAR FLOWEE - Incrementa il business dei tuoi clienti grazie ai processi collaborativi e alla gestione documentale di Flowee Pratica Digitale
Dic 14
#LetsTalkIoT - IoT standards, regulations and best practices

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori