Q-STAR: il Giappone punta deciso sul quantum computing

Ventiquattro aziende giapponesi di primo piano si alleano nel gruppo Q-STAR, per lo sviluppo delle applicazioni del quantum computing e di altre tecnologie correlate

Tecnologie
Si chiama Q-STAR - che sta per Quantum Strategic Industry Alliance for Revolution - il consorzio di aziende giapponesi che ha deciso di collaborare allo sviluppo di applicazioni collegate al quantum computing. In realtà parlare di quantum computing rischia persino di essere riduttivo: nel documento che spiega l'iniziativa il quantum computing viene citato una volta sola. Fujitsu - che ha dato rilevanza all'iniziativa - parla molto più ampiamente di "quantum industries" e "quantum technologies". A significare che gli obiettivi del Giappone vanno oltre l'elaborazione quantistica.

La visione prospettica è quella di una "era quantistica" in cui il Giappone vuole proporsi come nazione particolarmente orientata all'innovazione. Sfruttando la ricerca sui temi del (e derivati dal) quantum computing, da combinare con le competenze che le aziende giapponesi già hanno nello sviluppo di materiali, dispositivi, tecnologie di misura, computing, simulazione e comunicazioni. Q-STAR agisce in questo scenario come consorzio che stimola la ricerca, aiuta la condivisione delle conoscenze, organizza iniziative congiunte tra aziende private, enti pubblici, centri di ricerca. Per accelerare in una corsa dove un po' tutti sono già partiti.

Che gli obiettivi del gruppo Q-STAR siano ad ampio raggio lo dimostra la sua composizione iniziale. Il consorzio al momento comprende 24 aziende che operano in vari campi. Ci sono in primis i grandi gruppi tecnologici ben noti (Canon, Fujitsu, Hitachi, Mitsubishi, NEC, NTT, Toshiba, Toyota) e altri grandi conglomerati magari meno noti (Mitsui, Sumitomo). Ma anche realtà di settori diversificati: Finance/Assicurazioni (Dai-ichi, Daiwa Securities, Mizuho, Sompo, Tokio Marine), logistica (SBS), elettronica (JSR), materiali (Itochu), stampa (Dai Nippon, Toppan). Tutti interessati alle applicazioni delle tecnologie quantistiche.
ibm quantumL'obiettivo principale di Q-STAR è appunto tirare le fila della ricerca applicata per le quantum technology, ossia principalmente arrivare a studiare e delineare le applicazioni industriali delle nuove tecnologie. Più in dettaglio questo significa ovviamente stimolare la ricerca, ma anche capire che tipo di nuovi materiali, dispositivi e anche personale tecnico siano necessari per portare la ricerca al mondo delle aziende. Tenendo poi conto che la quantità di informazioni sviluppata con la ricerca va regolata e protetta con nuove norme e, probabilmente, anche una nuova visione etica.

Quattro linee di sviluppo

Il gruppo Q-STAR si è organizzato in quattro "comitati" principali che si dedicheranno a temi differenti. L'attività di questi comitati appare spesso, almeno al momento, molto legata ai temi del quantum computing per come ne abbiamo sentito parlare sino ad ora. Inevitabilmente, dato che le prime applicazioni pratiche delle quantum technology riguardano proprio l'elaborazione quantistica.

Così il Subcommittee on Quantum Wave and Quantum Probability Theory Applications tocca in particolare, tra l'altro, lo sviluppo di algoritmi quantistici per la data analytics. Con una particolare attenzione per le applicazioni nel mondo Finance. Il Subcommittee on Quantum Cryptography and Quantum Communications ha una denominazione che spiega chiaramente di cosa si occuperà.

Gli altri due comitati sono un po' più "estremi". Il Subcommittee on Optimization and Combinatorial Problems si occupa dei modelli di elaborazione ispirati al modello quantistico, come le Macchine di Ising, per il calcolo combinatorio. Il Subcommittee on Quantum Superposition Applications studia in generale le applicazioni possibili del principio di sovrapposizione quantistica, di cui il quantum computing è solo la più nota.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori