Sophos, un’acquisizione nel DevSecOps

Grazie a Refactr, si ampliano i servizi di Managed Threat Response e Extended Detection and Response con funzionalità SOAR

Sicurezza Mercato e Lavoro
Sophos ha acquisito Refactr, azienda statunitense nata nel 2017 che sviluppa e commercializza una piattaforma in grado di colmare il gap tra DevSecOps e la sicurezza informatica.

I team DevOps e quelli della cybersecurity continuano ad adottare una gestione basata sull’approccio “IT-as-Code”: oggi, grazie a Refactr, i processi vengono automatizzati e ottimizzati. Per esempio, i team DevOps possono incrementare gli attuali standard di integrazione, delivery e sviluppo continui (CI/CD) e i team di cybersecurity potranno sfruttare al meglio le funzionalità visual drag and drop builder della piattaforma.

Sophos sta ottimizzando la piattaforma per l’automazione DevSecOps di Refactr per integrare le funzionalità di Security Orchestration Automation and Response (SOAR) nelle proprie soluzioni di Managed Threat Response (MTR) e Extended Detection and Response (XDR). Tali funzionalità contribuiranno all’automazione dell’ecosistema di sicurezza adattivo di Sophos, alla base di tutti i prodotti, servizi, della threat intelligence e del data lake dell’azienda.

Il mercato ha bisogno che le soluzioni SOAR evolvano in soluzioni DevSecOps sempre più efficaci e facili da implementare: con l’acquisizione di Refactr, Sophos potrà compiere un ulteriore passo avanti, accelerando l'integrazione di tali capacità avanzate SOAR nel nostro Ecosistema di Cybersecurity Adattativo, la base del nostro prodotto XDR e del servizio MTR. Forniremo una gamma completa di playbook automatizzati per i nostri clienti e partner, dal drag-and-drop al completamente programmabile, insieme ad ampie integrazioni con soluzioni di terze parti attraverso il nostro programma di alleanze tecnologiche per lavorare con i diversi ambienti IT di oggi", dichiara Joe Levy, Chief Technology Officer di Sophos.  

Sophos, spiega una nota, continuerà a sviluppare e a proporre la piattaforma Refactr alla sua base esistente e crescente di partner e aziende che vogliono ottimizzare l’automazione IT e sviluppare soluzioni di sicurezza personalizzate per sé e per i propri clienti. Anche la Community Edition di Refactr continuerà a essere disponibile. L'intero team di sviluppatori e ingegneri di Refactr fa ora parte di Sophos. Oltre a garantire la continuità della piattaforma Refactr, Sophos prevede di iniziare a proporre opzioni SOAR entro l'inizio del 2022.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori