Dell Technologies, il software Open Source Omnia per la convergenza tra HPC, AI e Data Analytics

Innovazioni più rapide grazie anche a servizi High Performance Computing on demand e a nuove opzioni per l'accelerazione dei server

Tecnologie
Da Dell Technologies arrivano nuove soluzioni ideate per gestire al meglio la convergenza tra High Performance Computing (HPC), intelligenza artificiale (AI) e data analytics. Per assistere le aziende a gestire i workload a calcolo intensivo come il sequenziamento del genoma o le simulazioni per lo sviluppo di prodotti, Dell ha inoltre ampliato i servizi HPC on demand e il supporto degli acceleratori disponibili per i server Dell EMC PowerEdge.

Mentre sta procedendo la convergenza tra AI e HPC con la data analytics, le configurazioni dello storage e del networking sono invece rimaste frammentate all'interno dei rispettivi silos, rendendo difficile per i team IT riuscire a fornire le risorse rese necessarie da esigenze in costante mutamento”, sottolinea Peter Manca, senior vice president of Integrated Solutions di Dell Technologies. “Grazie al software open source Omnia, i team IT possono adesso semplificare drasticamente la gestione dei workload avanzati velocizzando così le attività di ricerca e innovazione”.

Sviluppato presso il Dell Technologies HPC & AI Innovation Lab in collaborazione con Intel e con il supporto della community HPC, il software open source Omnia è progettato per automatizzare il provisioning e la gestione dei workload HPC, AI e dei data analytics creando un singolo pool di risorse flessibili adatto a rispondere a esigenze diversificate. Lo stack software Omnia, che è già disponibile a livello globale, è un set open source di playbook Ansible che velocizza il deployment di workload convergenti con Kubernetes e Slurm, accompagnato da framework di librerie, servizi e applicazioni.

Omnia installa automaticamente su ciascun server una soluzione software configurata secondo la relativa casistica di utilizzo – per esempio simulazioni HPC, reti neurali per AI o elaborazione grafica in-memory per la data analytics – così da ridurre i tempi di deployment da intere settimane a pochi minuti.

Non solo: Dell Technologies ha anche ampliato la propria offerta HPC on demand per supportare anche gli ambienti VMware. Con HPC on demand e R Systems, i clienti possono usufruire di un'infrastruttura avanzata per gestire i picchi di calcolo ogni volta che risulta necessario. Con l'aggiunta di VMware Cloud Foundation, vCloud Director e vRealize Operations, i clienti possono avvalersi di un modello operativo a cloud ibrido per i workload a consumo intensivo di risorse e accedere rapidamente a risorse HPC pagando solo ciò di cui hanno bisogno e quando ne necessitano.

Infine, Dell Technologies propone le GPU Nvidia Tensor Core A30 e A10 quali nuove opzioni per i server Dell EMC PowerEdge R750, R750xa e R7525. Le GPU Nvidia A30 supportano una ampia varietà di workload per l'inferenza AI e per le più diffuse esigenze enterprise come le AI conversazionali e la visione artificiale. Con le GPU Nvidia si possono supportare workload AI e grafici misti su un'infrastruttura comune, l'ideale per l'inferenza richiesta dalle attività di deep learning e per la progettazione CAD. Il software NvidiaVirtual GPU, che permette di creare desktop virtuali utilizzati da designer, ingegneri, artisti e scienziati, funziona automaticamente al massimo delle sue prestazioni.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

La nuova Sanità post-pandemia

Speciale

Il New Normal dei Data Center

Speciale

La Cyber Security del new normal

Webinar

Multicloud management: gestire le "nuvole" senza problemi

Webinar

MITRE ATT&CK: una guida chiara per la cyber security aziendale

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori