Bosch: i risultati di dieci anni di Industry 4.0

Dal 2011 Bosch ha generato un fatturato di oltre quattro miliardi di euro con l’Industry 4.0, più di 700 milioni di euro soltanto nel 2020 con oltre 120.000 macchine e 250.000 dispositivi dotati di connettività

Industria 4.0
Investire in Industry 4.0 porta risultati concreti. È quanto, secondo Bosch, dimostrano i risultati derivanti da anni di sviluppo delle linee di prodotto Industry 4.0 e dell'adozione diretta delle logiche del manufacturing connesso. Negli ultimi dieci anni, l'azienda ha registrato un fatturato di oltre quattro miliardi di euro con l’Industry 4.0. Solo nel 2020, Bosch ha realizzato vendite per oltre 700 milioni di euro con le soluzioni connesse di produzione.

Bosch combina il software intelligente per il controllo e il monitoraggio della produzione e la pianificazione della logistica in un'unica piattaforma di produzione. Quest’ultima è connessa a un database più grande che semplifica e migliora attività come l'analisi IA per il rilevamento degli errori. Il rollout della nuova piattaforma di produzione e logistica di Bosch inizierà alla fine del 2021.

A fronte dei risultati concreti che porta l’Industry 4.0, però, secondo Bosch ancora troppe poche aziende si stanno attrezzando seriamente per adottarla. Progetti pilota e formazione mirata sono il primo passo indispensabile. Poi bisogna mettere fine alle soluzioni isolate, ai sistemi cioè che funzionano soltanto all'interno dei propri confini.
bosch 1Bosch evidentemente ci crede: oggi nei suoi stabilimenti sono connessi oltre 120.000 macchinari e più di 250.000 dispositivi quali telecamere integrate o robot. Circa 22.000 controlli macchina sono connessi tramite il software Nexeed per Industry 4.0 sviluppato da Bosch Connected Industry. Che, fondata nel 2018, ha già fornito software a oltre metà degli stabilimenti Bosch, a più di 2.000 linee di produzione, a circa 100 clienti internazionali.

Anche attraverso la co-creazione con i clienti e per i clienti. La piattaforma ctrlX Automation di Bosch Rexroth offre una tecnologia di controllo aperta per cui gli utenti utilizzano app fornite da Bosch Rexroth e fornitori terzi, oppure sviluppano proprie app e le condividono con altre aziende all'interno di un ecosistema.
bosch i40 5g connected industryPasso successivo: combinare l'Industry 4.0 con altre tecnologie. Bosch si vede infatti come "una società AIoT", cioè che mette insieme l'intelligenza artificiale con l'Internet of Things. Lo si vede ad esempio nella Balancing Energy Network, un sistema di gestione dell'energia basato sull'IA che utilizza software intelligente per controllare e ottimizzare i flussi di energia nelle fabbriche. Originariamente sviluppato per gli stabilimenti di produzione, il software ha la potenzialità di aiutare grandi complessi di edifici di tutti i tipi a ridurre il loro impatto ambientale.

Un altra possibilità di integrazione vede la robotica unita alla elaborazione immagini con capacità di apprendimento, per applicazioni come l'ispezione visiva dei pezzi in lavorazione o il picking automatico nelle soluzioni per la logistica. In questo tipo di applicazioni giocherà un ruolo sempre più importante il 5G. Bosch ha già una rete propria 5G di campus presso lo stabilimento di Stoccarda-Feuerbach e sta testando applicazioni 5G in una decina di altri stabilimenti.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Speciale

La nuova Sanità post-pandemia

Speciale

Il New Normal dei Data Center

Speciale

La Cyber Security del new normal

Webinar

Multicloud management: gestire le "nuvole" senza problemi

Webinar

MITRE ATT&CK: una guida chiara per la cyber security aziendale

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori