Telelavoro: è l’ora delle infrastrutture IT solide

Remote working, team distribuiti, printing e pandemia, ma anche il rapporto tra CTO e CIO nello scenario attuale: ne parliamo con il CIO di Lexmark Brad Clay

Trasformazione Digitale Tecnologie
Remote working e team distribuiti sono un po' la nuova normalità determinata dalla nota pandemia, ma qual è il rapporto tra CTO e CIO nello scenario attuale? E quali i riflessi sul printing della forte transizione verso le modalità di lavoro prevalentemente a distanza? InpresaCity ne ha parlato con Brad Clay, CIO di Lexmark.

I ruoli del CIO e del CTO sembrano talvolta sovrapporsi: quali possono essere oggi i riflessi sulle imprese? 
Il rapporto tra CIO e CTO ricalca, in sostanza, quello tra IT e R&S. Se entrambi operano bene sono in grado di sfruttare i punti di forza dell’altro.


lexmark brad clay gold 2 headshot small
Brad Clay, CIO di Lexmark
È fondamentale però comprendere le differenze: il CTO è, in fin dei conti, un inventore il cui ruolo è quello di sviluppare prodotti, mentre un CIO è focalizzato sul far proprie molteplici competenze con l’obiettivo di acquisire tecnologia o competenze invece che crearle, e il tutto senza trascurare la fornitura di un supporto continuo. In ultima analisi, operiamo tutti in vista del medesimo obiettivo: sostenere e guidare la crescita del business, quindi il riconoscimento dei rispettivi punti di forza e competenze può contribuire a creare aree in cui trovare una sorta di accordo reciproco, dove, per esempio, le carenze di competenza da parte di un team possono essere colmate dall’altro.  


In Lexmark abbiamo tratto benefici dall’adozione di esercizi focalizzati sulla creazione di un rapporto di fiducia e organizzando regolari sessioni di collaborazione per la gestione dei progetti. Tutto ciò si è rivelato particolarmente importante nel momento in cui abbiamo cercato di realizzare una piattaforma cloud integrata che garantisse uno sviluppo più rapido dei nostri prodotti e servizi. Inizialmente il team del nostro CTO intendeva progettare una piattaforma da zero, tuttavia siamo stati in grado di convincerli che la personalizzazione di una piattaforma di terze parti avrebbe rappresentato un’opzione migliore e più veloce per soddisfare le esigenze dei clienti, riducendo i tempi di realizzazione da tre anni a 18 mesi. 


telelavoro 3

Quali sono le sfide che le aziende si trovano a dover fronteggiare in materia di printing, alla luce dell’emergenza Covid-19 e del continuato ricorso al remote working?
La recente pandemia ha fatto sorgere l’esigenza di una infrastruttura IT solida, capace di operare efficacemente anche da remoto, e soprattutto attivabile istantaneamente. La migrazione dell’infrastruttura di stampa nel cloud, con un supporto da remoto garantito e un utilizzo flessibile delle funzionalità di gestione dell'output è forse il modo più efficace per supportare le esigenze di elasticità e scalabilità dei nostri clienti, soprattutto in periodi come quello attuale, in cui regna l’incertezza.  

La stampa è un’area tradizionalmente trascurata dagli investimenti volti a favorire un percorso di trasformazione digitale, ma noi la rendiamo uno degli elementi dell’infrastruttura più semplici da far evolvere. Investire oggi in innovazione nell’ambito di un piano di continuità più ampio contribuirà a rendere le aziende più resilienti alle interruzioni future.

telelavoro 4
Qual è oggi l’importanza del costo totale di gestione del printing, anche alla luce della nuova situazione? 
La gestione efficace della stampa ha senza dubbio acquisito maggior importanza nell’attuale scenario di pandemia globale, e continuerà a farlo nel momento in cui le aziende cominceranno a tornare nei propri uffici. In che modo sarà possibile supportare queste ultime a muoversi e adattarsi alla nuova normalità? Con soluzioni di scansione ‘user-friendly’ in grado di migliorare la collaborazione e l’accesso ai documenti per i team che ora sono più distribuiti che mai.  

Con un’infrastruttura di gestione di stampa basata su cloud, che consenta alle aziende di ridurre i carichi di lavoro sull’IT e assicuri la flessibilità necessaria per soddisfare le mutevoli esigenze di stampa. Offrendo, infine, un efficace supporto da remoto, che consenta di mantenere i dispositivi online e sicuri da qualsiasi luogo. Chiunque necessiti di accedere alla stampa può così farlo, dove e quando desidera.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori