Il parere di Lexmark

Risponde Pietro Renda, Channel and Supplies Sales Director di Lexmark Italia

Autore: Redazione SecurityOpenLab

Quali ritenete essere oggi le ragioni principali che portano le aziende a ricorrere ai servizi di stampa gestiti?   
In primis la riduzione dei costi: non sempre un ambiente di stampa necessita di nuovi macchinari per essere produttivo. Occorre analizzare l’installato, ottimizzarne i processi e valutare nuovi inserimenti di dispositivi, ottimizzando i consumi e nello stesso tempo riducendo i costi effettivi. In secondo luogo, l’aumento della produttività, analizzando tutte le potenzialità dei dispositivi di stampa per migliorare il flusso documentale. Una gestione oculata di dispositivi e processi di stampa garantisce anche una riduzione dei rifiuti per un modello di business più sostenibile.

Poi sicurezza di stampa e rispetto della Privacy: dispositivi connessi che interagiscono tra loro sono un notevole vantaggio in epoca IoT, ma devono essere protetti come ogni altro sistema IT, per impedire l’accesso a informazioni riservate nel rispetto delle policy aziendali garantire compliance GDPR. Infine, ottimizzazione delle tempistiche grazie a strumenti di visualizzazione automatizzati che aiutano l’azienda nella gestione dei propri dispositivi di stampa.  

Quali sono i principali processi che possono trarre i maggiori vantaggi dall’ottimizzazione della gestione dei documenti? 
Grazie ai sistemi di stampa gestiti è possibile utilizzare analisi e best practice combinandole con la tecnologia di gestione di output, contenuti e workflow per creare soluzioni automatizzate che semplificano i processi, con miglioramento dell'accesso alle informazioni, maggiore produttività e riduzione della stampa. Non c’è limite ai processi ottimizzabili: oggi, i dispositivi permettono personalizzazioni dei touchscreen per gestire in secondi (e in maniera totalmente guidata) attività che richiedevano ore, come per esempio inserimento di anagrafiche, polizze assicurative, modelli e procedure bancarie, gestione dell’inventario nel retail, cartelle cliniche negli ospedali e altro ancora.

Oltre ai benefici economici, c’è il risparmio di tempo di ogni collaboratore. L’esperienza di gestione documentale una volta applicata è “virale”, per usare un termine moderno: scala in ogni settore aziendale a seconda delle esigenze.  

L’emergenza Coronavirus sta modificando molti paradigmi consolidati. Quali sono a vostro parere i riflessi sui Managed Print Services?
Il coronavirus ha messo le aziende di fronte a una delle sfide più complesse degli ultimi anni, con i CEO chiamati a gestire le criticità nel breve periodo elaborando una nuova visione e gestendo una “forza lavoro digitale”, ovvero un team di persone che non condivide uno spazio fisico e che collabora grazie ai mezzi messi a disposizione dalla tecnologia e dall’innovazione. Si tratta di una sfida complessa nella gestione dei collaboratori, ma che allo stesso tempo rappresenta un passo avanti importante per l’innovazione in azienda, che deve guardare al futuro, implementando sistemi di risk management strategici.

In questo ambito, la decisione di spostare gli asset verso la stampa gestita sarà di grande importanza, oltre che una delle espressioni principali di innovazione. Risparmio economico, sostenibilità, controllo dei dati, ottimizzazione della produttività, sicurezza, mobilità e altro: combinazioni chiave che permetteranno ai CEO di tornare a occuparsi della ripresa e del ritorno al profitto. 

Leggi sulla rivista
Stampa gestita: il servizio conquista

Puoi trovare la versione completa dello speciale sulla rivista "ImpresaCity Magazine"

Leggi sullo sfogliabile

contatori