IDC, oggi risulta protetta solo la metà dei dati che dovrebbero esserlo

In un’economia che è sempre più data-driven, crescono di pari passo i rischi per privacy e identità digitale: come difendersi?

Sicurezza Tecnologie
Nell’economia di oggi, sempre più guidata dai dati, IDC stima che l’80% delle violazioni oggi attribuibili al cybercrime sia la conseguenza di furti o usi non autorizzati di credenziali digitali, che sono tuttora il principale obiettivo di molti attacchi informatici.

Nel 2023, IDC prevede che verranno creati dati per un volume pari a 103 Zettabyte, ovvero tre volte tanto quanto prodotto soltanto un anno fa. A formare questo ammontare concorreranno sempre più device connessi in rete, sia personali sia aziendali, le Smart City, le Smart Home, i veicoli connessi e in generale tutte le reti di sensori IoT. Non tutti questi dati hanno bisogno di protezione, ma IDC calcola che risulti protetta solo la metà dei dati che necessiterebbero di esserlo. Un rischio per una società e un’economia sempre più data-driven.

Non è quindi un caso che il mercato delle soluzioni di Identity and Access Management (IAM) cresca in tutte le sue componenti tecnologiche. Complessivamente, la spesa aziendale per soluzioni IAM è aumentata del 6% nel 2018, sulla spinta proprio degli investimenti necessari per adempiere ai regolamenti sulla privacy e per proteggere l’accesso degli utenti ad applicazioni B2B, B2P, B2E e B2C. Secondo IDC, il mercato IAM continuerà a crescere con un CAGR annuale di circa il 6% fino almeno al 2023. Tra le componenti del segmento IAM, a far registrare la crescita maggiore saranno le soluzioni di identity management B2C, con un CAGR 2018-2023 superiore al 20%.

Questi temi saranno discussi nel webinarThe Risk of Being You”, organizzato da IDC il prossimo 19 settembre. Nel corso dell’appuntamento, Giancarlo Vercellino, associate research director di IDC Italia, parlerà di rischio IT e identità digitale esaminando le tendenze tecnologiche più attuali e le pratiche di comportamento delle imprese italiane.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Webinar

Attacco al cloud, così stanno sabotando la ripartenza. Correre ai ripari, evitare rischi

Speciale

Stampa gestita: il servizio conquista

Speciale

HPE Innovation Lab NEXT: ripartire con la co-innovazione

Webinar

La cyber security agile per la nuova IT

webinar

Sicurezza, privacy, edge e cloud: come gestirli al meglio per ripartire con successo. #DataSecurity, la diretta streaming

Calendario Tutto

Lug 23
Infoteam e Dell Technologies - Attacco al cloud, così stanno sabotando la ripartenza.

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori