Logo ImpresaCity.it

Nel segno del multi-cloud la partnership tra Retelit e Huawei

Il campione italiano dei servizi data center e connettività sigla un accordo tecnico e commerciale con il colosso cinese dell’ICT per proporre una piattaforma per unire tutte le offerte cloud

Per Retelit e Huawei è l’ora del multi-cloud. Le due aziende hanno infatti siglato una partnership che si pone l’obiettivo di proporre al mercato italiano il paradigma “one stop shopping” nell’ambito cloud, combinando le tecnologie IT e cloud di Huawei e i servizi di data center e connettività di Retelit. L’intenzione è quella di puntare a un mercato potenziale che nel 2019 varrà oltre 820 milioni di euro, composto principalmente da aziende tradizionali medio-grandi e imprese “post start-up”, interessate a un’offerta che combini infrastruttura, connettività e piattaforma. 

In Italia l’offerta cloud vede forse troppe proposte che a volte possono disorientare, anche in termini di vendor lock in e di pricing”, ha spiegato Federico Protto, Amministratore delegato di Retelit, sottolineando che “la soluzione messa a punto con Huawei, che unisce la loro tecnologia e le competenze cloud alla nostra rete e ai nostri 15 data center sul territorio nazionale, risponde perfettamente alla nostra vision di ICT as a Service quale elemento chiave del modello di business delle imprese che vogliono affrontare con successo la trasformazione digitale”. 

L’offerta integra infatti reti e piattaforme tecnologiche abbattendo le barriere tra le infrastrutture tradizionali e il cloud, sia pubblico sia privato, consentendo alle aziende di creare e gestire molteplici infrastrutture e applicazioni in modo flessibile. Inoltre, la piattaforma di Huawei rappresenta un elemento abilitante per tecnologie innovative, come l’Internet of Things e il 5G, che possono consentire il lancio di servizi verticali come Connected Cars, Smart City, Industry 4.0, Remote Health o Surveillance. 
huawei retelitFederico Protto, AD di Retelit, e Thomas Miao, Ceo di Huawei Italia
Si tratta di un’unica piattaforma che gestisce in logica end-to-end soluzioni di cloud ibride, che comprendono servizi cloud nei data center di Retelit, outsourcing tradizionale di infrastrutture, public cloud erogato da fornitori come Amazon Web Services e Microsoft, offrendo la più ampia copertura dei modelli di erogazione dei servizi IT e la massima flessibilità. Il punto di forza della soluzione consiste nell’approccio “open ecosystem” che caratterizza da un lato le soluzioni cloud Huawei, con le tecnologie hardware FusionServer, OceanStor 1Storage e software FusionCloud sviluppato su OpenStack, di cui Huawei è uno dei maggiori contributori, e dall’altro lato l’infrastruttura e le soluzioni di connettività di Retelit che, anche grazie all’implementazione dei servizi SD-WAN, puntano sempre di più alla piena integrazione in ottica multi-cloud. 

L’unione dei punti di forza delle due aziende è l’elemento che caratterizza la partnership, ha sottolineato Thomas Miao, Ceo di Huawei Italia: “la proficua collaborazione con Retelit ci consente di proporre una soluzione innovativa e a elevate prestazioni. Con l’avvicinarsi del mondo intelligente, il cloud è una scelta inevitabile per la digitalizzazione del settore: Huawei ha solide basi tecnologiche e una vasta esperienza nei servizi cloud e quindi è in grado di fornire ai clienti servizi cloud aperti e servizi offline in tutto il mondo in modo affidabile”. Non solo: Thomas Miao ha anche tenuto a ricordare la presenza di Huawei in Italia da oltre 15 anni, scandita da tappe importanti quali l’apertura dieci anni fa, nel 2008, di un Centro di Ricerca e Sviluppo alle porte di Milano, e dall’avviamento di altri cinque Innovation Center nel corso degli ultimi cinque anni.
Pubblicato il: 10/10/2018

Speciali

speciali

Cybertech Europe 2018

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce