Logo ImpresaCity.it

La Veeam Availability Suite 9.5 U3 punta sulla trasversalità

Il più recente aggiornamento della Veeam Availability Suite permette di gestire la protezione di carichi di lavoro virtuali, fisici e in cloud

Autore: Redazione Impresacity

Veaam lo definisce come "il più importante rilascio nella storia decennale" della società: è quello della versione 9.5 Update 3 della Veeam Availability Suite, release che ha diverse novità ma in primo luogo estende anche alle applicazioni classiche le funzioni di backup e availability sinora applicate negli ambienti virtualizzati. In questo modo, secondo la software house, gli utenti possono gestire da un unico punto di controllo - appunto la Availability Suite - tutti i carichi di lavoro, che siano essi virtuali, fisici o in cloud. Questa possibilità permette quindi alle imprese di abbandonare le soluzioni di backup definite legacy.

Le novità principali della Veeam Availability Suite 9.5 Update 3 riguardano quindi la componente Backup & Replication (la suite comprende anche Veeam ONE per la parte di monitoraggio, reporting e capacity planning). La parte di protezione dati comprende infatti la gestione integrata di due agenti (Veeam Agent for Microsoft Windows 2.1 e Veeam Agent for Linux v2) per l'availability dei cluster Windows Server e per abilitare diverse funzioni specifiche di backup in ambiente Linux. L'estensione della Availability Suite al backup dei server fisici avviene principalmente attraverso questi due moduli.

Altra novità importante della Veeam Availability Suite 9.5 Update 3 è la Universal Storage API, una nuova interfaccia per l'integrazione con i sistemi di storage che mira a garantire un miglioramento complessivo delle funzioni di backup, ripristino e availability. Proprio grazie a questa nuova API è possibile far dialogare la Availability Suite con IBM Spectrum Virtualize, una integrazione con il mondo IBM (e indirettamente Lenovo) che si aggiunge alle attuali partnership con HPE, Cisco e NetApp.

Tra le altre nuove caratteristiche della piattaforma si segnalano il supporto per VMware Cloud su AWS e alcuni miglioramenti di Veeam ONE per le parte di monitoraggio, reportistica e compliance.
Pubblicato il: 20/12/2017

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

MWC 2018

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source