Logo ImpresaCity.it

Hitachi: la tecnologia al servizio della società, anche in Italia

Secondo il CEO Toshiaki Higashihara l'innovazione aiuta in una "era dell'incertezza" che coinvolge anche l'Italia. Con le sue debolezze e i punti di forza.

Redazione Impresacity

La digitalizzazione sta toccando le imprese ma anche la società nel suo complesso e, anzi, la sua diffusione sta accelerando particolarmente nelle infrastrutture industriali e sociali di tutto il mondo. Questo fenomeno, insieme alla globalizzazione che già ben conosciamo, porta un aumento nella diversità e nella complessità degli ambienti da gestire. "Viviamo in un'era dell'incertezza - ha spiegato Toshiaki Higashihara, Presidente e CEO di Hitachi Ltd - e per questo dobbiamo collaborare allo sviluppo di soluzioni che possano aiutare a gestire eventi a volte imprevedibili". Una strategia decisamente trasversale, possibile perché Hitachi è un gruppo che comprende molte aziende specializzate in settori diversi, che spaziano dal medicale all'IT passando per l'energia e i trasporti.

Questo scenario di digitalizzazione progressiva e diversificata riguarda ovviamente anche l'Italia. E qui da noi, commenta Higashihara, i problemi principali da affrontare a livello di sistema-Paese rientrano nel raggio d'azione che Hitachi si è data: la ricerca di una maggiore efficienza energetica, il tema dell'urbanizzazione e l'impatto sul sociale del progressivo invecchiamento della popolazione.

L'Italia per Hitachi non è solo un mercato di cui risolvere i problemi, però. La forza del suo comparto manufatturiero resta decisamente rilevante grazie a una buona diversificazione e a produzioni specializzate, tanto che - ha spiegato Valerio De Molli, Managing Partner e Amministratore Delegato di The European House Ambrosetti - "siamo primi nel mondo per competitività del manufacturing in 8 settori [di classificazione - NdR] su 14".

hitachi rock

Non a caso quindi AnsaldoBreda è la storia di maggior successo nella presenza di Hitachi in Italia. Il 40 percento del business di tutta Hitachi Rail è fatto dalla filiale italiana - "una cosa impossibile da credere cinque anni fa", ha commentato Higashihara - che è di fatto l'evoluzione di AnsaldoBreda. Ma c'è anche FIAMM, che dopo la joint venture con Hitachi Chemical punta a consolidare il proprio ruolo nel settore dell'accumulo di energia e a potenziare le sue capacità produttive.

L'idea di Hitachi è combinare le tecnologie e le esperienze sviluppate sia nell'IT sia nel campo delle operations, traducendole in una ampia gamma di sistemi per le aziende del gruppo. Un elemento trasversale è Lumada, la piattaforma che l'azienda ha lanciato lo scorso anno per le applicazioni Internet of Things. Hitachi, spiega Higashihara, con Lumada "vuole essere un innovation partner per l'era IoT, adattando [la piattaforma] per le esigenze specifiche grazie ai team e ai partner locali".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 20/10/2017

Speciali

Download

Gestire la sicurezza alla convergenza tra IT e OT

Speciali

La sanità alla prova della trasformazione digitale