Logo ImpresaCity.it

Modern Software Factory, il modello CA Technologies per la trasformazione digitale

Flessibilità, automazione, data analysis e sicurezza by design. Al CA World di Las Vegas la logica Agile & DevOps approda a un framework consolidato

Automazione dell'intero ciclo di vita del software in modalità sicura by design, dall'ambiente di sviluppo a quello di test, dall'ambiente di produzione a quello dell'integrazione. La logica Agile & DevOps si concretizza al Ca World 2017 di Las Vegas nella Modern Software Factory, un modello che assicura alle organizzazioni un mix di agilità, automazione, analisi e sicurezza con il quale creare applicazioni a supporto del business.

Il Ca World 2017 è servito per tirare le somme del cammino fin qui compiuto, passato per il rinnovamento del portafoglio d’offerta anche grazie a diverse acquisizioni, ma anche per lanciare uno sguardo sul futuro delle aziende alle prese con la trasformazione digitale, la gestione dei dati in chiave analitica e la ricerca di valore attrraverso l'integrazione di tecnologe emergenti, in primis l’intelligenza artificiale.

caworld 2
Il messaggio di fondo per le aziende riguarda la funzione stessa del software, non più da intendersi come mero strumento per il miglioramento dell’efficienza aziendale, bensì come supporto e leva dei processi di trasformazione verso un’innovazione tanto inevitabile quanto da affrontare con decisione.

Agilità, automazione, data analysis e sicurezza sono tutti elementi che devono concorrere alla creazione di applicazioni e strumenti che offrano valore aggiunto alla clientela”, ha sottolineato il Ceo di Ca Technologies, Mike Gregoire. Su queste basi filosofiche, ma anche su un pacchetto di acquisizioni recenti, dal valore complessivo superiore al miliardo di dollari, la società ha costruito il proprio nuovo mantra.

Il nostro portafoglio d’offerta è interamente costruito sui principi della Modern Software Factory, ha ribadito Gregoire. “A questo aggiungiamo l’esperienza necessaria per aiutare i nostri clienti a definire il proprio percorso ideale verso il cambiamento e la capacità di adattarsi in questo mondo in continuo sviluppo”.  

Una ventina le novità annunciate. Gli ambiti coperti riguardano l’agile management, la sicurezza, lo sviluppo, il DevOps, la storica copertura del mondo mainframe e l’automazione delle fasi di test e rilascio delle applicazioni. Fra le più significative, si può citare Ca Digital Experience Insights, una soluzione SaaS di monitoraggio e analisi per sviluppatori e operatori It, che offre una completa visualizzazione della user experience, delle performance applicative e della gestione dell’infrastruttura.

Ma è soprattutto il concetto evolutivo di DevSecOps ad avere catalizzato l’attenzione di molti interventi e interessi durante la manifestazione. L’acquisizione di Veracode ha portato infatti Ca a integrare la sicurezza già nelle fasi iniziali dello sviluppo applicativo, nella convinzione che un controllo più accurato a monte del processo consenta di risparmiare i costi che altrimenti, a valle, servirebbero per apportare le correzioni alle vulnerabilità inevitabilmente connesse ai primi rilasci delle applicazioni (Microsoft docet, in questo senso).

“Sicurezza e DevOps sono due concetti altamente complementari”, ha commentato Ayman Sayed, chief product officer di Ca Technologies, “perché abbinano il tema della collaborazione e dello sviluppo rapido con quello di una protezione destinata a diventare un abilitatore di business, proprio grazie alla possibilità di offrire maggiori garanzie alla clientela”.   

Mike Gregoire, Ceo di Ca Technologies durante il Ca World 2017 di Las Vegas   In quest’ottica, Ca Continuous Delivery Director offre uno strumento per ottenere maggiore visibilità nella pianificazione e nel rilascio delle applicazioni. Grazie all’integrazione della tecnologia acquisita con Veracode, diventa possibile effettuare controlli costanti durante tutta la fase dello sviluppo per assicurare che i test di sicurezza siano un elemento centrale del processo nella sua interezza.

A livello di novità di prodotto, va citato anche Ca Microgateway, uno strumento per modernizzare le classiche architetture monolitiche con un approccio orientato ai microservizi, quindi più flessibile e riutilizzabile su differenti architetture, che si tratti di sistemi esistenti o nuovi ambiti, come il mondo mobile o l’IoT.

La nuova faccia di Ca Technologies si mostra anche in iniziative parallele, come l’incubatore Accelerator, che fornisce supporto finanziario ai dipendenti che sviluppano idee per nuove offerte e ha già prodotto strumenti come la piattaforma analitica avanzata Jarvis, nata per uso interno ma destinata ad arricchire l’offerta del vendor. Su questa scorta, è stato lanciato il concorso Smart Government Challenge, indirizzato a progetti che migliorino l’esperienza di “cittadinanza”, per il momento del governo federale americano. Sempre come derivazione di Accelerator, è nato il programma FreshTracks.io, costruito per privilegiare il tema della customer experience, attraverso l’uso del machine learning per costruire un sistema di monitoraggio capace di generare in tempo reale segnalazioni d’allarme intelligenti.  
Pubblicato il: 17/11/2017

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud