▾ G11 Media Network: | ChannelCity | ImpresaCity | SecurityOpenLab | GreenCity | Italian Channel Awards | Italian Project Awards | ...

Capgemini, le telco investiranno in media 1 miliardo di dollari nella cloud transformation

Da una ricerca emerge che per una società di telecomunicazioni su due, la network capacity sarà interamente cloud-native entro i prossimi 3-5 anni

Trasformazione Digitale Cloud

Da una nuova ricerca del Capgemini Research Institute, emerge che per quasi la metà delle società di telecomunicazioni (46%), la network capacity sarà interamente cloud-native entro i prossimi 3-5 anni. Per raggiungere quest’obiettivo, si stima che ogni azienda del settore investirà in media almeno 200 milioni di dollari l’anno nella cloud transformation. I cosiddetti “early adopter” saranno inoltre in grado di trarre i maggiori benefici in termini finanziari, di business e di sostenibilità.

Il report “Networks on cloud: A clear advantage”, per il quale sono stati intervistati circa 300 manager del settore telco, evidenzia che le priorità di investimento per i prossimi cinque anni si concentreranno sull’infrastruttura tecnologica, che ammonterà a un terzo del totale degli investimenti cloud delle telco, seguite dalle attività di ricerca e sviluppo (18%), che includono una maggiore automazione dei network grazie a intelligenza artificiale (AI) e machine learning. Il cloud privato rappresenta il modello privilegiato per l’implementazione di questa tecnologia.

La ricerca stima anche che gli “early adopter” delle piattaforme di telecomunicazioni basate sul cloud dovrebbero rientrare di quasi la metà del capitale investito (47%) nell’orizzonte temporale fissato. I benefici finanziari del cloud nelle telecomunicazioni potrebbero rappresentare un interessante business case per i futuri investimenti: si stima che il Total Cost of Ownership (TCO) delle società di telecomunicazioni possa migliorare del 13%, traducendosi in un risparmio per ogni operatore compreso tra 260 e 380 milioni di dollari all’anno. Essere tra i primi a intraprendere questo percorso di trasformazione può inoltre concretizzarsi in un incremento dei ricavi compreso tra 110 e 210 milioni di dollari all’anno nei mercati dove sono presenti piattaforme cloud-based.



Le società di telecomunicazioni che hanno avviato il percorso di cloud transformation negli ultimi 3-5 anni citano un netto incremento del “customer lifetime value” e una migliore customer experience tra i principali driver di crescita. Il customer lifetime value può aumentare grazie ad attività di cross-selling e di upselling di servizi a maggior valore aggiunto destinati ai clienti già esistenti, nonché premiando la loro fedeltà per ridurre il tasso di abbandono.

Una delle principali opportunità offerte dalla cloud transformation nel settore delle telecomunicazioni è rappresentata dall’implementazione di un’architettura di rete Open RAN, un approccio basato sull’ecosistema che ha il potenziale di favorire l’innovazione, ridurre il TCO e individuare nuove opportunità di guadagno.

Secondo la ricerca, la cloud transformation in questo comparto dovrebbe anche consentire la rapida introduzione di alcuni casi d’uso specifici di settore a beneficio di imprese e consumatori, soprattutto nel contesto del 5G, come smart factory altamente automatizzate, reti 5G private presso centri di distribuzione, porti, giacimenti petroliferi, miniere e unità di stoccaggio e lavorazione di prodotti chimici, interventi chirurgici da remoto, realtà aumentata e virtuale (AR/VR), operazioni, monitoraggio e formazione a distanza abilitati dal metaverso.

Il report evidenzia che, oltre ai vantaggi in termini di business, le telco che hanno intrapreso il percorso di cloud transformation dichiarano di poter ridurre le proprie emissioni di gas serra del 5%, dato che rappresenta un terzo della riduzione dell’impronta di carbonio prevista entro i prossimi 3-5 anni. Grazie alla forte preferenza per un’architettura di cloud privato, le società di telecomunicazioni si aspettano benefici in termini di riduzione delle emissioni provenienti dalle fonti dirette, dato il minore spazio necessario per l’hardware fisico all’interno delle strutture, della minore necessità di energia, dell’autoscaling della rete on demand e della gestione intelligente del consumo energetico delle mobile tower attraverso l’utilizzo di AI e machine learning.

“La trasformazione resa possibile dal cloud è un cambiamento fondamentale nell'evoluzione della rete, finora dominata da dispositivi fisici e infrastrutture. Rappresenta un significativo cambiamento per il mondo delle telecomunicazioni che impatterà organizzazione e modalità operative", “Le società di telecomunicazioni sono nella posizione ideale per esplorare le opportunità offerte dal cloud e attivare un ecosistema attorno a sé per sbloccare casi d'uso innovativi, scoprire nuove fonti di guadagno e sprigionare l’intero valore del 5G e delle soluzioni di connettività. Gli early adopter trarranno i maggiori vantaggi nei mercati abilitati dalle piattaforme basate sul cloud, non solo dal punto di vista finanziario ma anche dal punto di vista del business, del posizionamento cross-mercato e della sostenibilità”, commenta Luca Quattropani, TMT Director di Capgemini in Italia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter