Hitachi Vantara: 4 aziende su 5 sotto attacco ransomware nell'ultimo anno

I sistemi storage e i dati basati su cloud sono tra quelli maggiormente presi di mira, con i rischi più gravi dovuti alle vulnerabilità del software applicativo

Sicurezza

Sono preoccupanti i risultati di una ricerca Hitachi Vantara effettuata nel marzo 2022 e co-sponsorizzata da Enterprise Strategy Group (ESG) che ha coinvolto oltre 600 professionisti dell'IT e della cybersecurity. Nella ricerca, intitolata “The Long Road Ahead to Ransomware Preparedness”. quasi quattro intervistati su cinque (79%) ammettono di aver subito un attacco ransomware nella loro azienda durante l'ultimo anno. Ancora più preoccupante il dato relativo all’esito di questi attacchi. Quasi tre quarti (73%) degli intervistati dichiara di essere stato danneggiato o dal punto di vista finanziario o da quello operativo.

Nel 79% dei casi gli attacchi ransomware riguardano i sistemi storage o i dati basati su cloud, rispettivamente per il 40% e il 39%. A complicare le cose: il principale punto di debolezza in caso di attacco risulta essere il software applicativo (36%), mentre i software di sistema, le autorizzazioni degli utenti, le errate configurazioni dei dispositivi esterni e la posta elettronica si dividono quasi equamente la quota rimanente.

I criminali informatici sono diventati più sofisticati nel tempo e utilizzano metodi sempre nuovi e più avanzati per garantire la riuscita dei loro sforzi. Per le aziende oggi la chiave per combattere questa crescente minaccia è l'implementazione di una strategia a 360° di preparazione al ransomware; un lavoro di squadra che mette assieme divisione IT, sicurezza e i responsabili per la protezione dati con l’obiettivo di definire una strategia di protezione che coinvolga hardware, software e servizi, oltre che aspetti più generali quali quelli relativi a copertura assicurativa, predisposizione di test specifici per individuare le vulnerabilità, verifica e formazione dei dipendenti sulla sicurezza, sviluppo di playbook, e altro ancora", commenta Christophe Bertrand, practice director di Enterprise Strategy Group.

"Il dato più critico di questo rapporto è la discrepanza tra la perdita di valore potenziale dell’azienda dovuta a un attacco ransomware rispetto a quella di altri casi di downtime. La perdita potenziale di valore aziendale è amplificata dalla durata del downtime e dalla difficoltà di recupero dei dati. Per questo è importante non solo costruire infrastrutture e applicazioni resilienti, ma anche promuovere una cultura che prepari in modi permanente tutta l'organizzazione all’eventualità di un attacco hacker cui dover rispondere con prontezza", conclude Tom Christensen, Global Technology Advisor ed Executive Analyst di Hitachi Vantara.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Webinar

Advanced Cluster Security: come si mette davvero al sicuro il cloud

Download

Le regole del multicloud

Speciale

Il digitale nella Sanità: nuove frontiere per nuove esigenze

Speciale

L’AI nelle aziende: intelligenza in crescita

Monografia

Cyber Security: l’azienda al sicuro

Calendario Tutto

Giu 30
Più semplice, veloce e sicura: scopri le novità della soluzione di Managed File Transfer GoAnywhere

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter