OVHcloud, nuove certificazioni per Trusted Cloud

Disponibile l’offerta certificata da SecNumCloud e AgID, oltre che dalle maggiori agenzie di cybersecurity europee

Sicurezza Cloud
Dal cloud provider europeo OVHcloud arriva la disponibilità della soluzione Hosted Private Cloud, che ha ottenuto la certificazione di varie organizzazioni europee di sicurezza informatica tra cui l’italiana AgID, la francese SecNumCloud, la tedesca C5 e l'EUCS di ENISA, l’European Cybersecurity Certification Scheme for Cloud Services dell’Agenzia dell'Unione europea per la cybersecurity.

La soluzione OVHcloud Hosted Private Cloud è ora disponibile per tutte le organizzazioni – pubbliche e private - nei nuovi data center iper-sicuri dell’azienda, collegati a una rete completamente isolata e dotati di crittografia end-to-end. Questa trusted zone è destinata a costituire un portfolio di soluzioni OVHcloud - come le gamme di server dedicati - che soddisfano i più elevati standard di sicurezza e protezione dei dati.

Una strategia che ha lo scopo di facilitare per le organizzazioni, comprese quelle con requisiti più stringenti, l’adozione di un Trusted Cloud multi-locale all’interno di un framework libero da qualsiasi legislazione extraterritoriale. L’Hosted Private Cloud si inquadra, infatti, in un approccio che pone al centro dell’offerta la privacy e la sovranità dei dati, come prerequisito per realizzare la grande promessa del digitale, a livello europeo: uno spazio di libertà, autonomia e innovazione collettiva.

john gazal ovhcloud l
John Gazal di OVHcloud

La soluzione Hosted Private Cloud integra le tecnologie di virtualizzazione VMware in una piattaforma OVHcloud completamente automatizzata ed è pensata per tutte le aziende che desiderano proteggere i propri dati in un cloud totalmente dedicato, intrinsecamente ibrido e iper-scalabile.

“Siamo orgogliosi di offrire oggi la nostra prima soluzione private cloud certificata da tutte le più importanti agenzie europee, a partire dall’italiana AgID. Le aspettative e le prime reazioni espresse nel nostro ecosistema confermano che esiste una vera e propria convergenza verso un Trusted Cloud accessibile al maggior numero possibile di utenti. Ecco perché continueremo a impegnarci ad implementare nuove soluzioni che soddisfino i più elevati requisiti di protezione dei dati, su scala internazionale, a beneficio degli utenti”, sottolinea John Gazal, VP South Europa & Brasile di OVHcloud.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori