C’è anche un po’ di Italia nel supertreno Hyperloop

La società di investimenti Alchimia scelta come unico partner italiano del progetto che intende realizzare il treno superveloce a levitazione magnetica, capace di fare Milano-Roma in mezz’ora entro il 2030

Tecnologie
Virgin Hyperloop guarda all’Italia come prossimo mercato a elevato potenziale per sviluppare nuove tratte funzionali al suo treno super veloce a levitazione magnetica, e lo fa scegliendo Alchimia, società di investimenti che fa capo a Paolo Barletta, come unico advisor per l’Italia. 

Coinvolgendo diversi partner del settore pubblico e privato, l’intenzione di Alchimia e Virgin Hyperloop è quella di realizzare uno studio di fattibilità in Italia che verterà sull’analisi e la valutazione sistematica delle caratteristiche, dei costi e degli impatti ottenibili nel Paese. 

Alchimia è un veicolo finanziario italiano che opera in tutto il mondo per l’investimento in società di Venture Capital ad altissimo potenziale. Da diversi anni al fianco di Virgin Hyperloop, Alchimia è anche l’unico investitore sul territorio in questo progetto avveniristico

Combinando un motore elettrico ultra-efficiente, la levitazione magnetica e un ambiente a bassa resistenza, i sistemi hyperloop possono trasportare più persone di una normale metropolitana, a una velocità paragonabile a
paolo barletta, ceo gruppo barletta
Paolo Barletta di Alchimia
quella di una compagnia aerea e con zero emissioni dirette. Con l’obiettivo di ottenere il certificato di sicurezza entro il 2025 e iniziare le operazioni commerciali entro il 2030, il sistema Virgin Hyperloop 100% elettrico potrebbe giocare un ruolo chiave nell’aiutare a raggiungere l’obiettivo di neutralità climatica del Green Deal europeo. 

Paolo Barletta, Amministratore e Socio di Maggioranza di Alchimia, ha commentato: “Solo pochi anni fa, Virgin Hyperloop era un progetto futuristico per molti e realizzabile per pochi. Alchimia ha riconosciuto sin da subito l’enorme potenziale di questa nuova modalità di trasporto. Oggi, grazie ai risultati raggiunti con i primi test con passeggeri a bordo e le positive riflessioni da parte della Commissione Europea, siamo fiduciosi di poter portare questa nuova rete di trasporto in Italia. Ciò che vorremmo creare è una metropolitana veloce di superficie, che possa rivoluzionare la logistica e il trasporto merci da un capo all’altro del Paese, recuperando il territorio e collegando le persone e i turisti in modo sostenibile, veloce e futuristico”. 

“L'Italia ha un passato di investimenti in infrastrutture e trasporti volti a sostenere cittadini e turisti. Hyperloop può ridurre in minuti i viaggi che una volta richiedevano ore, fornendo un cambio di paradigma nel modo in cui pensiamo alla distanza e al tempo, non solo per le persone ma anche per il trasporto delle merci”, ha aggiunto Jay Walder, CEO di Virgin Hyperloop:
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori