Logo ImpresaCity.it

Per InfoCert la firma digitale è anche wireless

Il token Blutooth WirelessKey permette di accedere ai siti che prevedono l'utilizzo della firma digitale anche usando un tablet o uno smartphone

Redazione Impresacity

InfoCert ha presentato un nuovo token di firma digitale che permette di usufruire delle funzioni di sicurezza e protezione dei dati senza necessariamente richiedere un classico PC. Il token, battezzato WirelessKey, può infatti anche interfacciarsi via Bluetooth con un dispositivo mobile come uno smartphone o un tablet. Il normale funzionamento con connessione diretta via USB a un PC è comunque supportato.

Il principale vantaggio offerto da WirelessKey è quello della comodità. Basta usare un device mobile per collegarsi in maniera sicura a servizi telematici che prevedono l'utilizzo della firma digitale, come in primo luogo quelli della Pubblica Amministrazione. Una app specifica - Dike Mobile - gestisce l'accesso ai siti desiderati. InfoCert ha sviluppato infatti per WirelessKey uno stack software specifico, tra cui in particolare un web browser integrato appunto all’interno dell’app Dike Mobile. 

Dati gli scenari più probabili di utilizzo, InfoCert propone il nuovo token soprattutto ai professionisti, dagli avvocati ai commercialisti passando genericamente per gli imprenditori. Il dispositivo supporta i certificati di firma eIDAS e per tutte le transazioni è garantita una sicurezza di livello 3.

L’acquisto del token wireless include il riconoscimento via Web di InfoCert, ossia la procedura di identificazione online che consente di ottenere la propria firma digitale senza doversi recare presso lo sportello di un pubblico ufficiale.
Pubblicato il: 11/10/2018

Speciali

speciali

Cybertech Europe 2018

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce