Logo ImpresaCity.it

Agyo Firma: la firma digitale secondo TeamSystem

Nasce un nuovo servizio cloud per la gestione della firma elettronica, che punta decisamente sulla trasversalità

Redazione Impresacity

TeamSystem ha presentato un servizio cloud per la gestione della firma elettronica: si chiama Agyo Firma ed è veicolato attraverso la piattaforma cloud proprietaria Agyo. Il suo vantaggio principale, secondo la software house, è la trasversalità: permette di firmare un documento con varie tipologie di firma (semplice, avanzata o qualificata), in diverse modalità (grafometrica, biometrica o remota) e tanto in ufficio quanto in mobilità.

Questa elasticità si riflette in diversi vantaggi legati all'uso pratico della firma digitale. La possibilità di accedere al servizio via cloud consente ad esempio di gestire la firma di uno stesso documento da parte di più firmatari senza obbligarli a essere presenti contemporaneamente in uno stesso luogo fisico. Ciò evidentemente facilita la gestione della firma digitale nelle attività degli studi professionali e delle imprese.

firma

La trasversalità del sistema è accoppiata a precise caratteristiche di sicurezza. La soluzione garantisce l’identità e l’autenticità del firmatario, come anche l’integrità e la non modificabilità del documento sottoscritto e la condivisione di documenti secondo le norme eIDAS.

Agyo Firma nasce anche grazie all'acquisizione, alla fine del 2016, del pacchetto di maggioranza di AliasLab, azienda specializzata nei servizi di firma elettronica ed autenticazione forte. L’operazione - spiega TeamSystem - ha permesso alla società di diventare subito un attore di rilievo nel mercato della firma elettronica, il cui giro d'affari in Europa dovrebbe quadruplicare entro il 2020.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 26/01/2018

Speciali

speciali

La sicurezza informatica al servizio della digital transformation

speciali

Check Point Experience, il futuro della cybersecurity è servito