Logo ImpresaCity.it

Dispositivi IoT sotto attacco

Check Point allerta le aziende riguardo alla crescente minaccia di una nuova botnet, IoTroop, più potente e sofisticata di Mirai

Redazione

Dispositivi IoT sotto attacco. Secondo Check Point, la nuova botnet, denominata IoTroop e più insidiosa di Mirai, quest'ultima rilevata nel 2016, ha già colpito più di un milione di aziende e coinvolto moltissimi dispositivi IoT, come le telecamere IP wireless.

"Anche se alcune caratteristiche tecniche possono ricordare Mirai, questa è una campagna completamente nuova e molto sofisticata che si sta diffondendo rapidamente in tutto il mondo", affermano gli esperti di Check Point.

La tipologia di attacco è sempre la stessa, spiegano in Check Point. Hacker o cybercrime capitalizzano le loro azioni attraverso l'espansione delle botnet, acquisendo controllo remoto di un numero sempre più ampio di dispositivi che diventano così elementi potenziali per la propagazione di malware.

È troppo presto per prevedere le intenzioni degli cybercriminali, ma considerando i precedenti attacchi DDoS, Check Point raccomanda a tutte le organizzazioni di prepararsi a un possibile attacco.

A fine settembre, i sistemi IPS di Check Point avevano già rilevato alcune azioni riconducibili a una nuova botnet: tantissimi i tentativi di hackeraggio realizzati sfruttando una combinazione di vulnerabilità trovate in vari dispositivi IoT. 

Con il passare del tempo, il malware si sta evolvendo e sfrutta un numero sempre maggiore di vulnerabilità presenti in dispositivi GoAhead, D-Link, TP-Link, AVTECH, NETGEAR, MikroTik, Linksys, Synology e altri (vedi lista completa)
Pubblicato il: 24/10/2017

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud