Logo ImpresaCity.it

BuzMi, è Orange la nuova comunicazione unificata per le Pmi italiane

Basata su tecnologia Mitel, la soluzione cloud incorpora servizi voce, unified inbox, messaggistica istantanea, presence e collaboration

Autore: Piero Macrì

Orange Business Services, divisione dell’operatore telco francese Orange, punta al mercato italiano delle piccole e medie imprese. L’obiettivo è replicare il successo incontrato in Francia rendendo disponibile - attraverso una rete di partner dedicata - la soluzione cloud di comunicazione unificata BuzMi.

"La soluzione fornisce uno strumento flessibile per la forza lavoro sempre in movimento delle piccole e medie imprese. La sua concezione innovativa e intuitiva la rende user friendly ed ergonomica per un'esperienza di utilizzo semplificata", ha affermato Fabrice De Windt, Senior Vice President Europe di Orance Business Services.

Basata su tecnologia Mitel, la soluzione incorpora servizi voce, unified inbox, messaggistica istantanea, presence e collaboration e può essere utilizzata su desktop così come su qualunque device, smartphone e tablet, Apple o Android. Per utilizzare la soluzione proposta da Orange Business Services le aziende devono disporre di propria connettività internet, in quanto BuzMi si configura come un servizio OTT (Over The Top).

Tre i pacchetti attraverso i quali viene offerto il servizio: da 10, 20 e 25 euro mensili per utente. Il pacchetto Essential offre per l’appunto servizi basic, di fatto un’agenda condivisa mentre quelli da 20 (Premium Domestic) e 25 (Premium International) prevedono fino a 300 minuti mese di traffico voce, limitati al traffico nazionale il primo e inclusivi di traffico internazionale (Usa + Europa) il secondo. I minuti voce possono essere condivisi tra il numero di utenti complessivi aderenti al servizio. Il software di collaboration è invece opzionale e viene offerto per un canone supplementare di 6 euro a persona.

Per un’azienda che voglia disporre della soluzione con un’offerta pienamente integrata di tutti i servizi previsti significa affrontare una spesa che si aggira intorno ai 30 euro persona. “Siamo del tutto competitivi con le tariffe che vengono applicate in Italia e con soluzioni che vengono offerte dei nostri competitor” è stato affermato dal management della società nel corso del lancio di BuzMi.  Le offerte sono comunque personalizzabili, affermano in Orange, sia per quanto riguarda il traffico voce sia per quanto riguarda la copertura geografica. “Garantiamo un quality of service di prim’ordine, in quanto tutto il traffico viene instradato su rete MPLS Orange”.
Pubblicato il: 23/10/2017

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

MWC 2018

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source