Capgemini, una nuova serie di servizi Intelligent Industry per lo sviluppo della guida autonoma

Facendo leva sui dati, Driving Automation Systems Validation mette più sicurezza e affidabilità nello sviluppo e nella guida di veicoli autonomi

Tecnologie Industria 4.0
Da Capgemini arriva la seconda serie di servizi per l’Intelligent Industry, a supporto del processo di convalida e verifica dei sistemi avanzati di automazione di guida. Dopo i servizi focalizzati su Edge e 5G, questa nuova offerta supporta i produttori automobilistici e il settore automotive nel suo complesso a progredire in modo efficiente e con fiducia nella tabella di marcia verso la guida autonoma. 

“La guida autonoma è un entusiasmante risultato dell'Intelligent Industry, ma si tratta di un'impresa complessa: il raggiungimento di livelli accettabili di sicurezza e affidabilità richiederà infatti sostanziali processi di verifica e convalida", sottolinea Franck Greverie, Chief Portfolio Officer di Capgemini e membro del Group Executive Board. "Un singolo veicolo può generare diverse centinaia di petabyte di dati attraverso la guida, ma nessuno può percorrere un numero sufficiente di chilometri per generare dati sufficienti a prevedere come comportarsi in qualsiasi scenario su una strada pubblica. La modellazione virtuale e l'apprendimento costante sono necessari, così come l'infrastruttura e l'analisi per elaborarli. La nuova offerta di servizi Driving Automation Systems Validation può aiutare le case automobilistiche a gestire tutti questi dati, oltre a effettuare una validazione e verifica completa, in modo da poter concentrare gli sforzi di ricerca e sviluppo per progredire verso livelli di autonomia più elevati”.

Come evidenzia una nota, grazie all'integrazione di Altran, player mondiale nei servizi di Engineering e R&D, Capgemini è all'avanguardia nell’Intelligent Industry grazie una competenza a 360 gradi nelle tecnologie industriali e digitali. Il raggiungimento dei livelli di sicurezza e affidabilità utili a consentire la guida autonoma richiederà una considerevole attività di verifica e convalida, che implica un gran numero di simulazioni e test su strada, generando dati su una scala raramente riscontrata.

Grazie alle competenze e risorse ingegneristiche e informatiche del Gruppo, l'offerta di servizi Driving Automation Systems Validation di Capgemini consentirà agli OEM, ai fornitori e al settore nel suo complesso di mettere in atto l’architettura e la tecnologia necessarie per garantire sicurezza e fiducia nei sistemi senza conducente, attraverso Strategia di test e orchestrazione; Produzione di dati fisici e virtuali; Gestione dei dati; Integrazione degli strumenti e continuità digitale; Infrastruttura cloud ibrida; e infine Verifica e convalida complete as-a-Service.

“I sistemi a guida autonoma, anche in Italia, avranno un forte impatto sui modelli di business di molti settori, dalle smart cities al mondo automobilistico a quello assicurativo, e trasformeranno i nostri stessi stili di vita”, dichiara Andrea Falleni, Amministratore Delegato di Capgemini in Italia. “La diffusione dei veicoli a guida autonoma non solo dipende dalle tecnologie e dalle normative ma soprattutto dai dati per addestrare, simulare e testare i sistemi a guida autonoma. Il settore automobilistico italiano sta gradualmente recuperando il gap esistente rispetto a quello di altri Paesi e la capacità di valorizzare i dati per la validazione e verifica dei sistemi a guida autonoma potrà rappresentare un ulteriore elemento di accelerazione.”
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori