VMware, in Italia un’azienda su due non prevede di implementare una strategia unica per IT e sicurezza

Un ricerca fa notare che la mancanza di visibilità end-to-end della propria rete ha portato a un disallineamento tra i due team, con il dato italiano ben superiore al 30% medio europeo

Sicurezza Trasformazione Digitale Cloud
Una ricerca condotta da VMware in collaborazione con Forrester ha fatto il punto sulla crescente attenzione strategica rivolta alla rete per garantire connettività, sicurezza intrinseca e delivery delle app. Secondo lo studio, il 57% dei responsabili IT in Emea (il 50% in Italia) ritiene che sia molto difficoltoso avere una visibilità end-to-end della propria rete. Inoltre, più di un terzo degli intervistati (il 37% in Emea, il 38% in Italia) ritiene che le sfide associate a questa mancanza di visibilità abbiano portato a un disallineamento tra i team di sicurezza e quelli IT. 

Sempre secondo la ricerca Forrester, condotta lo scorso febbraio su 665 IT e security manager dell’area Emea responsabili della strategia di sicurezza (CIO e CISO compresi), il 29% dei responsabili IT in Emea non ha in programma di implementare un’unica strategia IT e di sicurezza. Percentuale che in Italia raggiunge ben il 50%, dimostrando una scarsa volontà di agire secondo una regia unica. Si tratta di un risultato derivante forse dal fatto che solo un terzo (38%) dei team di rete è attualmente coinvolto nello sviluppo di strategie di sicurezza, percentuale che nel nostro Paese raggiunge il 46%, anche se il 60% (il 66% in Italia) di questi è coinvolto nell’esecuzione. Quest’ultimo dati evidenzia che i team di rete non sono percepiti come paritari rispetto agli altri team IT o di sicurezza, quando si tratta di definire le strategie di cybersecurity.

Le aziende hanno bisogno di una strategia comune e di responsabilità condivise per stabilire un modello di sicurezza coerente e per raggiungere gli obiettivi strategici identificati come prioritari. In particolare, secondo quanto riportato da Forrester, le aziende individuano nella maggior sicurezza (per il 55% degli intervistati in Emea, il 46% in Italia), nell’innovazione tecnologica (56% Emea, 54% Italia) e nella capacità di rispondere più velocemente (56% Emea, 62% Italia) le priorità strategiche.

Oltre a una certa discrepanza nel modo in cui viene percepito il ruolo della rete nell’ambito della sicurezza, c’è una mancanza di coesione all'interno dei team IT e di sicurezza su chi è responsabile della sicurezza della rete stessa. La ricerca ha infatti messo in luce anche la differenza nelle priorità dei team IT e di sicurezza: la priorità maggiore per l'IT è l'efficienza (51%), mentre i team di sicurezza si concentrano sulla risoluzione degli incidenti (49%).  

"Le aziende che cercano di adattarsi alle condizioni di mercato in rapida evoluzione puntano alla capacità di connettere, eseguire e proteggere le applicazioni moderne in modo coerente ed efficiente, dal data center e attraverso qualsiasi cloud, fino al dispositivo. È proprio la virtual cloud network a offrire tutto questo. La rete deve essere riconosciuta come il DNA di qualsiasi moderna strategia cloud, app e di sicurezza, e dovrebbe essere considerata come un elemento strategico e non solo come un semplice impianto", ha sottolineato Jeremy Van Doorn, Sr Director of Systems Engineering, Software Defined Data Center di VMware, area Emea.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Webinar

Attacco al cloud, così stanno sabotando la ripartenza. Correre ai ripari, evitare rischi

Speciale

Obiettivo PMI Italiane

Speciale

Stampa gestita: il servizio conquista

Speciale

HPE Innovation Lab NEXT: ripartire con la co-innovazione

Webinar

La cyber security agile per la nuova IT

Calendario Tutto

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori