Logo ImpresaCity.it

Gartner, 10 azioni per ridurre i costi di infrastrutture e operazioni

Gartner indica alle aziende una strategia in 10 passi per ridurre i costi operativi e di infrastrutture fino al 25 percento.

Redazione ImpresaCity

In questo periodo, una delle priorità delle aziende di tutto il mondo è il contenimento dei costi. Gartner ha diffuso un decalogo che identifica 10 azioni in grado di ridurre le spese IT di infrastrutture e operazioni (I&O): il risparmio stimato è del 10% in un anno, e fino al 25% in tre anni.
"L'I&O - sottolinea Jay Pultz, vicepresidente di Gartner, rappresenta circa il 60% della spesa IT totale a livello globale, quindi se i budget IT rimangono bassi, non c'è dubbio che tagliare i costi in questo ambito sia fondamentale".
Ecco nel dettaglio i dieci passi indicati da Gartner:
1. Differire le iniziative non essenziali.
I top manager IT devono riesaminare le loro iniziative chiave e decidere su quali focalizzarsi nel breve termine. Per fare ciò, essi devono rispondere a tre domande fondamentali: questa iniziativa supporta un'azione di business ad alta priorità? Questa iniziativa abbassa la struttura di costi I&O? Questa iniziativa abbassa il rischio di un deterioramento delle performance? 
2. Riesaminare i costi di networking.
Quando si parla di spesa I&O, il data center e la rete fanno la parte del leone in quanto a costi. Poiché quasi la metà delle spese sulla rete vanno ai provider del servizio telecom, i manager devono rinegoziare continuamente i contratti con questi vendor per mantenere i prezzi al livello del mercato. 
3. Consolidare l'I&O.
Il consolidamento dell'I&O è direttamente collegato a standardizzazione, integrazione e virtualizzazione. A differenza del passato oggi i data center, secondo Gartner, assumono enorme importanza per le aziende e la razionailzzazone dei server, la crescita dell'hardware e il contenimento dei costi forniscono la spinta a consolidare i siti aziendali che si occupano di elaborare i dati. 
4. Virtualizzare l'I&O.
I server hanno livelli medi di utilizzo molto bassi (meno del 15%). Il software di virtualizzazione aumenta l'utilizzo solitamente di quattro volte o più, quindi per ogni carico di lavoro che può essere virtualizzato un'azienda può ridurre di quattro volte il numero di server fisici che usa. Questo significa costi di hardware ed energia diminuiti almeno del 50%. Così come il consolidamento, la virtualizzazione può essere applicata a molte piattaforme I&O: server Unix, storage, networking e client computing.
5. Ridurre la necessità di energia per l'alimentazione e il raffreddamento.
Oggi, nuovi tipi di progettazione permettono di realizzare data center che consumano meno, occupano meno spazio e, in definitiva, costano meno. 
6. Contenere la crescita dello storage. Le capacità di calcolo, rete e storage crescono ogni anno a tassi a due cifre, ma è lo storage a crescere più rapidamente di tutti. Gartner prevede che, entro il 2016, le aziende installeranno l'850% di terabyte in più di quelli installati nel 2011. Occorre perciò un maggiore controllo. Bisogna adottare un approccio sfaccettato, che comprenda l'uso della virtualizzazione dello storage e il ricorso a strumenti di storage resource management (Srm).
7. Abbassare i costi del supporto IT.
Il supporto per gli utenti finali e l'azienda rappresenta tipicamente l'8% del totale della spesa It e la maggior parte delle organizzazioni ha almeno quattro livelli di supporto, ognuno con diversi costi e livelli di expertise. Per ridurre i costi, le aziende devono portare il supporto al livello più basso possibile in grado di garantire una risposta soddisfacente per l'utente. 
8. Snellire le operazioni IT.
L'I&O assorbe circa il 50% dei dipendenti totali di un'azienda, e la maggior parte dello staff I&O è normalmente impiegata in processi operazionali quotidiani e tattici. Per contenere i costi, i processi devono essere resi più snelli e efficienti. Gartner consiglia di implementare l'Itil, che di fatto rappresenta lo standard per le operazioni IT.
9. Potenziare l'IT asset management (Itam).
L'Itam, da solo, non riduce i costi dell'I&O. Tuttavia, è uno strumento molto efficace per valutare le opportunità di riduzione dei costi. L'Itam può aiutare a stabilire la vita di alcuni asset, rimandare aggiornamenti ed eliminare o combinare licenze software. 
10. Ottimizzare il multisourcing.
La scelta del sourcing è forse la decisione più strategica che i leader dell'I&O devono affrontare al giorno d'oggi. Non si tratta solo di decidere tra l'outsourcing e l'insourcing, ma di valutare per ogni componente dell'I&O il sistema più conveniente di rifornirsi.
Pubblicato il: 09/11/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud