Logo ImpresaCity.it

Fujitsu Siemens Computers estende i Managed Services

La società amplia l'offerta di Client Lifecycle Management, in grado di coprire le fasi del ciclo di vita del parco macchine relative al posto di lavoro e alla dotazione software dell'azienda.

Autore: Redazione PMI

Fujitsu Siemens Computers offre una gamma completa di Managed Services per la gestione e il supporto completi delle postazioni di lavoro IT. Di recente la società ha esteso l'offerta di Client Lifecycle Management, in grado di coprire le fasi del ciclo di vita del parco macchine relativo al posto di lavoro e alla dotazione software dell'azienda: consulenza (consulting and migration), sviluppo (development), acquisto (procurement), implementazione (deployment), gestione (management), supporto (support) e dismissione (retiring).
L'offerta di servizio Client Lifecycle Management si rivolge alla media e grande azienda anche a livello internazionale, al settore Banking/Assurance e Pubblica Amministrazione, e punta a garantire il raggiungimento degli SLA fissati dal cliente e a mantenere un'elevata agilità e un controllo dei cambiamenti all'interno della società.
ll servizio di Client Lifecycle Management prevede una fatturazione Price per Seat, per offrire maggiore flessibilità e un miglior controllo dei prezzi. In termini di acquisto delle licenze software,
Fujitsu Siemens Computers ha studiato un nuovo servizio, denominato NOW2 New Office Workplace, che consente la distribuzione da remoto di software, applicativi, antivirus e patch. In questo modo ogni utente è in grado di visualizzare dal proprio computer i software disponibili e scaricare solo quelli di suo interesse senza dover richiedere l'intervento di un tecnico.
Sotto il cappello dei servizi trova spazio anche la tecnologia Desk View Load, che prevede la personalizzazione di notebook e PC già in fase produttiva; attraverso questa tecnologia i clienti ricevono in aziende macchine già pronte per essere utilizzate, con installati gli applicativi e i driver necessari ai singoli utenti.
Non ultima l'estensione ai clienti della tecnologia Auto Immune Systems (AIS), che la società aveva sviluppato al proprio interno, per proteggere in modo automatico le aziende dai malfunzionamenti di sistema. Potenziata con un nuovo Service Engine che effettua correzioni nelle infrastrutture IT prima che eventuali downtime riducano la disponibilità di sistema, AIS Service Engine dispone di un database cognitivo che si aggiorna di continuo durante le operazioni. Non appena un errore viene eliminato con successo e registrato, la soluzione viene trasmessa a tutte le altre infrastrutture, sia che siano ambienti client o server
Pubblicato il: 15/09/2008

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione