Logo ImpresaCity.it

Ambizioni verso il Bpm per Alfresco

La società conta sulla gamma Activiti per crescere nel 2015 e trarre vantaggio dalla decisione di rendere autonoma la tecnologia di workflow documentale.

Autore: Redazione ImpresaCity

Nata come specialista di gestione documentale in ambiente open source, Alfresco punterà nel 2015 anche sul Business Process Management (Bpm) per poter crescere. L’ambizione deriva dalla scelta di estrapolare dalla propria suite di Enterprise Content Management (Ecm) l’engine di workflow per farne un prodotto indipendente.
Il motore di workflow documentale è stato fin dall’inizio parte integrante della tecnologia Alfresco, che intendeva abbinare alla gestione documentale la capacità di gestire i flussi e i task collegati a ogni documento. Superando la scelta iniziale di basarsi su jBpm, la società ha sviluppato in casa l’engine Activiti, che dal 2010 è integrato nella piattaforma.
Ora, questa soluzione è diventata una linea di offerta indipendente, anche a fronte della constatazione da parte del vendor che i propri utenti sfruttavano spesso più le capacità di workflow della piattaforma che non quelle di gestione documentale, necessitando di un motore Bpm per dematerializzare i processi.
La linea Activiti si declina in due formule. La prima è centrata sul motore di workflow puro e semplice, che le imprese possono integrare o usare con un contratto di licenza e supporto siglato con Alfresco. La seconda, invece, si inserisce in una logica di suite Bpm, che comprende l’engine e una serie di tool grafici che permettono di progettare, monitorare e analizzare i workflow, sotto forma di dashboard. Anche in questo caso, si aggiunge il supporto.
Con questa proposta, la società mira a cercare nuovi clienti, ma anche a far evolvere quelli attualmente concentrati sull’Ecm verso il Bpm. Una dozzina di sviluppatori sono stati dedicati unicamente al lavoro su Activiti e l’obiettivo è quello di incidere, a medio termine, su un fatturato oggi collocato intorno ai 64 milioni di dollari. 
Pubblicato il: 27/02/2015

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni