Logo ImpresaCity.it

Oracle cloud tra pubblico e privato

Il cloud privato? Un’estensione di quanto finora realizzato in termini di consolidamento delle risorse IT. Incontro con il VP di Oracle Rex Wang

Autore: Piero Macrì

L’interesse verso il cloud sta montando. Siamo in presenza di un’evidente accelerazione. I clienti sono interessati sia alla dimensione pubblica sia a realizzare cloud private per erogare servizi interni. Esordisce con questa affermazione Rex Wang, vice president product marketing di Oracle incontrato in occasione di un evento romano dedicato a comprendere le modalità attraverso le quali definire e attuare una cloud privata basata su stack tecnologico del database vendor.

maxresdefault.jpg
Oracle è attiva sia sul fronte pubblico che privato ed è allo stesso tempo un interlocutore per tutti quei provider che desiderano erogare Oracle Cloud Services, afferma Wang
. I servizi pubblici vengono erogati attraverso nostri data center presenti in tutte le più importanti aree geografiche, compresa ovviamente l’Europa. Operiamo a tutti e tre i livelli - SaaS, IaaS e PaaS - e abbiamo un ampio portafoglio d’offerta in termini di servizi e prodotti: a livello applicativo, di middleware e di infrastruttura. In ambito SaaS siamo secondi solo a Salesforce.com nei confronti del quale disponiamo però di una più ampia offerta, che spazia dal sales & marketing alle risorse umane, dalla suppy chain all’enterprise performance management fino ad arrivare a soluzioni per singoli mercati verticali.
Nell’opinione di Wang il cloud deve essere visto come un articolato sistema di sourcing dell’IT declinabile attraverso più modelli. Non esiste una separazione netta tra pubblico e privato. I clienti stanno investendo su entrambi i fronti poiché ciascuno di essi rappresenta un’opzione funzionale al raggiungimento di determinati obiettivi. Riscontriamo tra i nostri clienti una elevata adozione del private cloud, ma il tasso di adozione dei servizi pubblici è più rapido.
Essere un cloud provider per Oracle significa essere nella condizione di offrire soluzioni complete nell’uno e nell’altro caso. La valutazione del cloud in un’ottica privata, dice Wang, è coerente con un’estensione di quanto finora realizzato in termini di consolidamento e razionalizzazione delle risorse. Si è lavorato per rendere l’IT più agile ed efficiente ed è in quest’ottica che deve essere valutata la private cloud.
Pubblicato il: 12/02/2014

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione