Logo ImpresaCity.it

Google compra Nest Labs e investe nel futuro dell'Internet of Things

3,2 miliardi di dollari è la somma concordata per l’acquisizione dell'azienda un’azianda che produce termostati intelligenti e sistemi di rilevazione di fumo e monossido di carbonio

Autore: Redazione ImpresacityCity

3,2 miliardi di dollari è la somma che Google ha concordato per l’acquisizione di Nest Labs, un’azianda che produce termostati intelligenti e sistemi di rilevazione di fumo e monossido di carbonio. E’ la seconda più grande acquisizione operata da Google. L’unica più onerosa operazione è stata quella servita a portare a casa Motorola. L’internet company continua dunque a diversificare il proprio raggio d’azione, puntando al desktop , al mobile, al wearable computing e ora a un universo ancora più ampio che potremmo ascrivere all’Internet of Things.


Chi è Nets Labs? Una startup nata nel 2010 che è rapidamente divenuta un’azienda in grado di intercettare l’evoluzione futura della rete. Ben conosciuta da Google, che ha contribuito a finanziare l’impresa nella sua fase di avviamento e capitalizzazione. Per Google significa mettere le mani avanti su un mercato che si promette ricco di opportunità. Con le competenze e il know how acquisito da Nest Labs quello che si può prefigurare per Google è la capacità di mettere insieme un’offerta integrata di prodotti e servizi (apps) in grado di creare la casa intelligente del futuro, monitorare la temperatura, le luci, il consumo energetico.
Tra i fondatori di Nest Labs compare Tony Fadell, ex Apple che ha contribuito alla creazione dell’iPod nell’era Steve Jobs. In base alle attuali statistiche fornite da ABI Research nel 2013 Nest Labs è riuscita a vendere 1,3 milioni di termostati. I prodotti sono attualmente venduti attraverso i canali online e retail di Apple e possono essere controllati via iPhone o iPad.
Pubblicato il: 14/01/2014

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni