Logo ImpresaCity.it

Ricoh PJ WX4130N, il proiettore verticale a focale ultra-corta

Ricoh propone la nuova serie di proiettori a focale ultra-corta PJ WX4130, strumenti versatili per i professionisti e le aziende, ma facilmente integrabili anche nei negozi e nei punti vendita.

Autore: Daniele Preda

Il segmento dei videoproiettori a focale corta e ultra-corta è oggi particolarmente prosperoso e numerosi produttori hanno introdotto famiglie di prodotti che sfruttano questo tipo di tecnologia. I vantaggi di una simile piattaforma sono da ricercarsi nella praticità d’uso e nella facilità di posizionamento. Grazie a un particolare posizionamento delle ottiche e all’utilizzo di specchi interni, questo tipo di unità può facilmente proiettare immagini con diagonale superiore ai 40”, pur lavorando a pochi centimetri dal piano di proiezione. Questo riduce la possibilità di abbagliamento per la platea e per il presentatore e azzera la presenza di ombre o aloni dovuti all’interposizione di soggetti nel fascio luminoso.
La generazione Ricoh PJ WX4130 può essere assimilata alla categoria dei proiettori a focale ultra-corta, anche se questi modelli vantano caratteristiche peculiari e particolarmente innovative.
immagine-ambientata.jpgDi fatto si tratta di un proiettore “verticale”, realizzato con uno chassis compatto e che si sviluppa prevalentemente in altezza. La base è di 257x144 mm, per un’altezza di 221 mm, mentre il peso è di 3 Kg.
Il corpo rastremato e le forme ridotte sono state ottenute adottando un’architettura interna con la lente di proiezione orientata verso l’alto, diversamente dalla comune posizione orizzontale. Il fascio di luce viene poi gestito da sistema a specchi liberi sviluppato da Ricoh, basato su specchi con superficie piana e concava. La proiezione è dunque possibile avvicinando il dispositivo alla parete o al telo dedicato, con la sorgente luminosa che fuoriesce dall’area superiore dello chassis, dove è stata ricavata una finestra esagonale, opportunamente sigillata.
295833-ricoh-pj-wx4130n-side.jpgDi fatto il lato superiore ospita i pulsanti che consentono di operare direttamente regolazioni di diverso tipo e permettono di accendere/spegnere il PJ WX4130. Il fianco destro integra gli ingressi video VGA, HDMI  e composito, oltre all’ingresso audio, una porta USB Host e il connettore RJ-45 per l’integrazione in rete. I fianchi laterali sono muniti di feritoie per il passaggio dell’aria, indispensabile per il raffreddamento della lampada interna. Frontalmente è disponibile il sensore per la ricezione delle informazioni impartite tramite il telecomando e la ghiera per la messa a fuoco delle immagini. La parte inferiore include tre piedini di gomma regolabili in altezza e il vano portalampada, facilmente accessibile, per effettuare la sostituzione in caso di guasto o esaurimento.

[tit:La tecnologia]Ricoh PJ WX4130 adotta, al fianco dell’innovativo sistema a specchi liberi, la piattaforma di proiezione DLP a pannello singolo. Il pannello ha un aspetto 16:10 e una risoluzione nativa di 1.280x800 pixel, non particolarmente elevata, ma più che sufficiente per impieghi professionali. Grazie a una ruota colore RGB+CYW (colori primari + ciano, giallo e un elemento in trasparenza) e alla lampada al mercurio ad alta pressione da 225 W, il proiettore è in grado di visualizzare immagini intense e con cromatismi accesi.
La luminosità dichiarata è infatti di 2.500 lumen, mentre il contrasto raggiunge un rapporto di 2.500:1.
296132-ricoh-pj-wx4130n.jpgTra i pregi dei sistemi a focale ultra-corta deve essere considerata di primaria importanza la distanza effettiva di proiezione. Ricoh PJ WX4130 può lavorare da una distanza minima di 117 mm, producendo immagini da 48”, sino a 249 mm, arrivando a schermate con diagonale di 80”. Si tratta di un traguardo importante, per quegli ambienti dove non è possibile effettuare un’installazione fissa a pavimento o a soffitto.
Grazie alle forme ridotte e alla minima distanza di proiezione, queste unità possono inoltre essere facilmente incorporate in mobili da ufficio realizzati ad hoc, per migliorarne ergonomia e sicurezza operativa.
wdvbkcsskszlxu189fteuq.jpgLe dimensioni ridotte e la proiezione a breve distanza permettono di integrare con facilità il proiettore PJ WX4130 nell'arredo da ufficio.Tra le funzionalità più apprezzate nell’uso quotidiano, il sistema di autoregolazione interno, che permette di correggere distorsioni delle immagini e di compensare il colore del piano di proiezioni.
Per installazioni multiple è possibile personalizzare il logo di accensione e screen saver, secondo necessità aziendali, mentre lo spegnimento rapido permette di utilizzare o smontare la postazione di lavoro dopo solo 3 secondi dalla pressione del tasto di accensione.
Per le installazioni pubbliche e per i negozi, PJ WX4130 può essere accompagnato da una base rialzata in metallo, verniciata di bianco, ideale per portare il videoproiettore all’altezza adeguata da terra. Le funzionalità di sicurezza, per il blocco dei tasti e la protezione con password assicurano minime interferenza da parte dei non addetti ai lavori. La gamma PJ WX4130 comprende la versione base, la variante PJ WX4130N, che abbiamo in prova, e dotata di funzionalità aggiuntive USB, LAN e WLAN. La famiglia comprende infine PJ WX4130NM, anch’esso dotato di connettività addizionale e in grado di funzionare adeguatamente nel caso di installazioni wall-mount.
La dotazione accessoria comprende la disponibilità di occhiali 3D attivi per la visione stereoscopica, dettaglio che estende le capacità di questi proiettori anche nel campo dell’intrattenimento, nonostante la forte predisposizione business. 

[tit:Qualità e usabilità]Installare il PJ WX4130N è un’operazione che non richiede competenze di alto livello e, lavorando con una connessione diretta VGA o HDMI, il funzionamento è pressoché immediato. La rumorosità, sia lavorando in modalità standard (assorbimento di 300 W massimo), sia “Eco” (assorbimento massimo di 228 W), è allineata alla media delle unità compatte e non influisce sensibilmente sul livello medio di pressione sonora tipico di un ambiente da ufficio.
La taratura del proiettore è facilitata dalle numerose funzioni automatiche e da un buon sistema di correzione della distorsione a trapezio.
pj-wx4130-2.jpgOperando con il telecomando o tramite il pannello integrato è possibile avere accesso a ogni funzionalità specifiche e ottenere il livello di qualità delle immagini desiderato.
Alla prova dei fatti il PJ WX4130N si è dimostrato particolarmente brillante, con una luminosità del bianco prossima a quanto dichiarato e una riduzione della luminosità colore in linea alle aspettative per la piattaforma DLP.
Nel complesso il rapporto cromatico delle componenti primarie è buono, con una certa predisposizione verso il giallo. Le immagini risultano tuttavia, solo leggermente virate verso questa componente, senza forti variazioni. La taratura secondaria del dispositivo consente in ogni caso di intervenire per minimizzare questa tendenza.
Gli elementi geometrici e il testo ad elevato contrasto mettono in evidenza un netto effetto arcobaleno, possibilmente fastidioso per i più sensibili. In alcuni casi i profili e i bordi dei soggetti visualizzati, in alcune condizioni particolari, possono presentare usa scia cromatica rossa, verde e blu.
pj-wx4130-3.jpgLo schermo visualizzato si distingue per la profondità dei colori, per il contrasto particolarmente elevato e per la buona uniformità. Nonostante una certa tendenza a illuminare maggiormente la porzione superiore dello schermo, la maggior parte dei colori e dei temi risulta uniforme.
In rari casi abbiamo riscontrato disturbi e instabilità, ma solo in aree con particolari combinazioni colore. La visualizzazione di immagini, foto, presentazioni e video è comunque all’altezza delle aspettative, con sequenze ben cadenzate e lineari.
L’integrazione nella rete aziendale tramite connessione LAN è facilitata dagli strumenti di gestione Ricoh, che permettono di controllare in via remota lo stato di una o più unità e di programmarne parzialmente il comportamento. La connessione via wireless permette ai dispositivi con sistema operativo iOS di sfruttare la piattaforma Smart Presenter, per avviare la visualizzazione diretta da tablet per presentazioni e documenti PDF.
Decisamente meno versatile il sistema di condivisione rapida USB, vincolato ai soli formati MPEG2 e JPG. Ogni altro formato disponibile sullo storage flash connesso direttamente al proiettori non può essere visualizzato, limitando di fatto l’uso quotidiano di questa interessante funzionalità.
qtih9dqaxa5osqqncwbca.jpg
Nel complesso la soluzione proposta da Ricoh concentra in un solo dispositivo numerose possibilità d’impiego e una tecnologia innovativa. La riproduzione di immagini in grande formato da brevi distanze si presta infatti a impieghi professionali, per le aziende e le aree meeting non troppo estese, ma anche per i punti vendita e per rendere più dinamica la presentazione di nuovi prodotti disponibili nei negozi. Le forme compatte e l’integrazione con i sistemi mobile ne permette, infine, un utilizzo semplificato anche nelle scuole e in ambito educational.
Ricoh distribuisce questa soluzione tramite distributori specializzati, proponendo l'hardware in abbinamento a una serie di servizi. Il prezzo di riferimento per l'unità PJ WX4130N è di 1.800,00 Euro (IVA esclusa), mentre la sola lampada ha un prezzo di 297,00 Euro (IVA esclusa).
Pubblicato il: 21/11/2013

Tag: Secyrity

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione