Logo ImpresaCity.it

Dell e lo storage aziendale

Dell rinnova la propria offerta storage per soddisfare tutte le necessità IT, dal desktop al datacenter. L'obiettivo è il pieno supporto della clientela, per la crescita e il consolidamento dell'infrastruttura.

Autore: Daniele Preda

Dell amplia e consolida la propria posizione nel segmento storage, introducendo la famiglia di soluzioni enterprise Fluid Data Architecture. Secondo l'approccio Dell, hardware e software risulteranno slegati e funzionanti come un'unica realtà armonizzata, per semplificare la gestione e l'espansione futura. La  nuova architettura ha lo scopo di rendere più facile il controllo dell'infrastruttura IT, anche quando è indispensabile operare scelte dinamiche, per fronteggiare le richieste di mercato. Il substrato hardware viene dunque reso indipendente dal sistema di gestione, per assicurare upgrade e sviluppo continui, al passo con le richieste del business primario.
dell-e-lo-storage-aziendale-1.jpgGrazie a Fluid Data Architecture sarà possibile riequilibrare il rapporto tra il tempo speso per la gestione delle risorse e quello impiegato per sviluppare i piani aziendali.L'elevata scalabilità e la "fluidità" nelle fasi di accesso ai dati sono resi possibili dal file system adottato, che è di tipo cluster ed è denominato Dell Scalable File System. Grazie a questo sistema è possibile beneficiare di caratteristiche solitamente disponibili su dispositivi di fascia molto alta, come per esempio l'advanced caching, l'accesso multithread e il bilanciamento di carico.
dell-e-lo-storage-aziendale-3.jpgSeguendo questa logica, i sistemi di fascia enterprise Dell si articolano secondo offerte che mettono al centro la flessibilità d'uso e integrazione. Sono dunque disponibili piattaforme Compellent e EqualLogic, per arrivare alle varianti PowerVault (MD, NX, DL, TL) e allo storage a oggetti DX Object Storage Platform.

[tit:VIS e Fluid Data Architecture]La struttura modulare Virtual Integrated Systems fa parte dell'infrastruttura Dell ed è studiata per incrementare l'efficienza aziendale. Tra le numerose implementazioni del sistema VIS c'è Dell vStart, pensato per la gestione di infrastrutture virtuali. Ciascuna soluzione viene testata, cablata e montata su rack, secondo configurazioni specifiche sviluppate in base alle necessità del cliente.
dell-e-lo-storage-aziendale-5.jpgAl crescere dell'infrastruttura, il sistema Fluid Data è in grado di svilupparsi proporzionalmente, sfruttando appieno tutte le potenzialità hardware.Nel 2012 la piattaforma vStart comprenderà anche le funzionalità Dell Compellent Storage e Dell Force10 networking. È inoltre assicurata l'integrazione con Dell Advanced Infrastructure Manager (AIM) e il supporto per i server VMware ESX e VMware vCenter Server.
VIS Creator consente di beneficiare di potenza di calcolo aggiuntiva, qualora necessaria, sfruttando risorse cloud pubbliche. In questo modo le aziende possono lavorare indipendentemente, sia utilizzando ambienti di lavoro cloud pubblici sia di tipo privato. Al centro di tutte le soluzioni, la volontà di semplificare i sistemi di immagazzinamento e il trasferimento dei dati, riducendo il "drive down" e i disservizi, che oggi condizionano notevolmente lo sviluppo del core business societario. Proprio per assecondare tutte le richieste dei clienti, Dell ha investito 1 miliardo di dollari per lo sviluppo di sistemi dedicati ai datacenter e al cloud. Il notevole trend di crescita in questo settore ha portato l'azienda a creare soluzioni di networking Dell Force10 per la rete di canale EMEA, che vanno ad affiancarsi all'integrazione di Dell Compellent e Dell KACE, per supportare i rivenditori affiancando un partner strategico di lungo termine.   
dell-e-lo-storage-aziendale-4.jpgDell EqualLogic FS7500 consente di raggiungere un'elevata scalabilità anche nel comparto NAS e incorpora la piattaforma "unified storage scale-out", per strutture di medie dimensioni. Diversamente dalla maggior parte delle soluzioni per unified storage, FS7500 abbatte le tipiche problematiche legate all'aggiornamento e all'espansione della piattaforma. Con questa tecnologia non esistono infatti limiti massimi del file storage, ogni porzione può infatti scalare sino a 510 TByte. Tra i vantaggi principali di Dell EqualLogic c'è la possibilità di aumentare la capacità disponibile in base alle richieste del business e le prestazioni generali a livello di file e di blocchi. La piattaforma offre scalabilità N-way con failover automatico ed unico namespace, oltre al supporto a CIFS e NFS scale-out. Parallelamente alla struttura di gestione, Dell ha sviluppato il software EqualLogic 5.1 per la gestione del networking iSCSI, capace di migliorare le prestazioni tramite load balancing automatizzato e l'integrazione con ambienti VMware.  

Dell ha inoltre acquisito Ocarina Networks e offre ai propri clienti rinnovate funzionalità di compressione e deduplicazione Dell Storage, che saranno disponibili dal 2012. La gestione di dati compressi e il controllo della ridondanza è parte integrante di Fluid Data Architecture, struttura di controllo che assicura ai clienti un potenziale risparmio sui costi di archiviazione e gestione. Per questo tipo di impieghi, Dell propone il DX6000G Storage Compression Node che, tramite DX Object Storage Platform, consente la compressione dei dati archiviati fino al 90%.  Questo consente alle aziende di liberare spazio per l'archiviazione di ulteriori dati, ottimizzando la capacità disponibile, sia locale, sia remota.

[tit:Una struttura ad alte prestazioni]Sviluppando costantemente la piattaforma e i sistemi integrati, Dell intende combinare l'architettura Fluid Data con l'infrastruttura Fibre Channel a 16 Gbps di Brocade, per la realizzazione di soluzioni SAN con prestazioni di alto livello. Parallelamente, Dell sviluppa e garantisce il supporto per le unità PowerVault MD3600f e 3620f, storage array con connettività Fibre Channel a 8Gbps. Si tratta di dispositivi che mantengono le medesime caratteristiche hardware e software della famiglia PowerVault MD32x0/36x0 e sono stati sviluppati seguendo il concetto di "business continuity".
dell-e-lo-storage-aziendale-2.jpgQuesta caratteristica è fondamentale per assecondare le richieste dei clienti che richiedono ampia disponibilità e supporto per disaster recovery. Tra le specifiche più interessanti, la possibilità di espansione fino a un massimo di 96 hard disk tramite enclosure esterni.
Non solo, questi PowerVault consentono di miscelare differenti tipi di hard disk, sia come formato (3,5" o 2,5"), sia come tipologie e tecnologia di base (SAS, SSD, near-line SAS e self-encrypting). In questo modo verranno impiegate unità differenti in base al tipo di servizio offerto, per ottimizzare spazi e prestazioni. Oltre a questo, sono disponibili funzionalità avanzate di virtual disk copy, replica remota e snapshot.

[tit:Dell e l'End User Computing]Come da tradizione, il mercato client rappresenta per Dell un business importante. Per rispondere alle esigenze del mercato PC, per il quale si stima una crescita dell'8,4% entro il 2015, Dell offre soluzioni su misura, sfruttando strumenti professionali opportunamente modellati per l'utenza consumer. Tra questi, la Dell Desktop Virtualization, che porta l'elaborazione di classe enterprise all'end-user, semplificando la gestione IT e incrementando la produttività a livello utente. Virtual Desktop as-a-Service viene distribuito tramite il Cloud Dell da datacenter Dell a elevata sicurezza.
dell-e-lo-storage-aziendale-6.jpgIn questo modo le aziende possono sfruttare i principali benefici di un desktop virtuale, pur mantenendo un elevato livello di sicurezza. Per rafforzare il livello di protezione dei dispositivi end-user, solitamente più esposti a possibili perdite di dati, al furto o a manomissioni da parte di personale non autorizzato, Dell propone il sistema Data Protection – Encryption. Tra le nuove funzionalità di crittografia, oltre a Microsoft BitLocker Manager, la Full Volume Encryption, che offre una certificazione FIPS 140-2 Level 3 di livello militare. A questi si aggiungono Microsoft Windows con Data-Centric Encryption e i servizi di cifratura per storage esterni, External Media Edition.
Pubblicato il: 01/12/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni