Logo ImpresaCity.it

Microsoft Office 2010, la produttività dei tempi moderni

La nuova suite risponde alla consumerizzazione dell'IT. Una piattaforma di produttività che guida il business. Ora disponibile la versione per le aziende, dal 15 giugno quella per consumer e professionisti.

Autore: Barbara Torresani

Un evento virtuale per presentare la suite Office 2010 in 40 paesi nel mondo;  tempi che cambiano, prodotti che evolvono. Ieri è stato infatti il giorno della presentazione ufficiale: la suite di produttività Office 2010 per l'utenza business ha fatto il suo debutto. Ora è disponibile per le aziende che hanno sottoscritto accordi di Volume License, a giugno lo sarà per consumer e professionisti.
"E' questo un giorno particolare, afferma alla stampa italiana (in un evento fisico) William Golding, Direttore Business & Marketing Organization di Microsoft Italia. "Office 2010 è un lungo percorso; l'ultima istanza  di un cammino che proseguirà nel tempo. E' una suite che da sempre cerca di rispondere a specifiche necessità, in questa versione dà risposta al fenomeno della consumerizzazione dell'IT. Gli utenti sono sempre più sofisticati, sia a casa che sul lavoro e necessitano di una piattaforma di produttività che guidi il business".
microsoft-office-2010-la-produttivita-dei-tempi-mo-1.jpgFrutto di un lungo lavoro di testing e di sviluppo iniziato all'interno dell'azienda, dopo aver superato tutte le varie fasi alpha e beta,  oggi Office 2010 è definito dal management come un prodotto solido e consistente.
Qualche numero relativo alla fase precedente il lancio della suite: fino ad oggi sono stati scaricati 8.6 milioni della versione beta a livello mondiale, di cui 84 mila in Italia; ogni mese 1.5 milioni di utenti scaricano Office on line. Microsoft ha più di 40 milioni di utenti che pagano per i servizi on line. "E questa la prova che il prodotto funziona bene" dice Golding.
E per inquadrare il fenomeno della consumerizzazione del business si può dire che l'87% dei navigatori Web visita i social network e i blog ma solo l'11% delle visite avviene per motivi di lavoro (Forrester). "Con Office 2010, enfatizza Golding, è invece possibile farlo perché gli strumenti di social network sono integrati  negli strumenti aziendali". E ancora ogni 24 ore si creano 42.234 nuovi blog; l'84% delle organizzazioni hanno una forza lavoro che opera da remoto (Gartner); il 43% della forza lavoro statunitense lavorerà da casa entro il 2016 (Forrester); video e audio sono sempre più integrati negli strumenti di lavoro.
Un mondo in evoluzione, scenari a cui la suite di produttività aziendale pensa di poter dare una risposta.
Quattro i prodotti che la compongono: Office 2010; Sharepoint 2010,
che "E' diventata a tutti gli effetti una vera piattaforma di collaborazione interna ed esterna e di Business Intelligence, ed è  è il prodotto che è cresciuto di più in tutta la storia di Microsoft, dice Golding; Project 2010; Viso 2010.
Una suite votata a offrire la migliore esperienza di produttività attraverso il Pc, il browser e il telefonino dando copertura alle seguenti aree: Unified Communication, Business Intelligence, Enterprise Content Management, Collaboration, (simultanea tra vari utenti), Enterprise Search.
Il tutto con flessibilità infrastrutturale on premise e on line.
E' forte l'accento che l'azienda pone sulla possibilità di scelta. Il futuro dell'informatica miscela componenti on premise con componenti nella cloud. "Microsoft crede fortemente nel cloud computing, ha investito 2.38 miliardi di dollari per creare l'infrastruttura adatta, conta circa 30 mila sviluppatori dedicati ai servizi cloud e tutti i gioielli di famiglia sono disponibili  in questa modalità di fruizione, afferma Golding. Microsoft mette però i clienti  nella condizione di scegliere la formula che meglio aderisce alle loro necessità, sia essa on premise o cloud, cloud private e cloud condivise, il tutto con elevato livello di servizio".
 
[tit:Un nuovo modo di lavorare]
"Office 2010 abiliterà un nuovo modo di lavorare che passa dai servizi di collaboration, comunication, BI e altro per lavorare al meglio –  incalza Fabrizio Albergati, Direttore Gruppo Information Worker di Microsoft Italia. Office 2010 e Sharepoint 2010 abiliteranno nuovi scenari di produttività, facendo sì che sia più semplice creare e condividere documenti, comunicare e collaborare ovunque ci si trovi".
microsoft-office-2010-la-produttivita-dei-tempi-mo-2.jpgDa uno studio Forrester Consulting per analizzare l'impatto economico che le aziende possono ottenere dall'adozione di Office 2010 (nel panel Technology Adoption Preview rientrano anche alcune aziende italiane quali Fiat e Guzzini) risulta che con Office 2010 si ottiene un Roi pari al 301%  con un periodo di recupero dell'investimento (tempo di payback) pari a 7,4 mesi dall'adozione e un risparmio medio di più di 13 milioni di dollari in tre anni.
Una delle novità più importanti delle suite è l'adeguamento del software alle nuove dinamiche dell'IT, attraverso l'avvicinamento ai concetti del Web 2.0: la suite integra infatti molte applicazioni web based di Office Web Apps, che offre le versioni online di Word, Excel, PowerPoint e OneNote.
Office 2010 guarda alla crescente popolarità dei social network: il nuovo strumento Outlook Social Connector permette di condividere i file elaborati sulle principali piattaforme del social web,  a partire da MySpace e LinkedIn e a breve anche Facebook.
"Oggi in azienda è entrata la Digital Generation. E il ‘social' è un modo di vivere con il cliente l'esperienza con cui vengono utilizzati i prodotti, dice Albergati. Office 2010 consente di traghettare i sistemi di produttività verso nuovi device, di migliorare il flusso della comunicazione tra layer di persone, richiede un intervento meno faticoso dell'IT, comportando risparmi di gestione".
E ancora: è uno strumento semplice e familiare che interagisce con i servizi di business, apre il mondo della posta elettronica al social con nuove funzionalità di Outlook 2010, porta i servizi Office 2010 mobile anche su piattaforma Nokia e consente di lavorare da qualsiasi posto e con qualsiaasi device (con Office 2010 Web Application) e connettere al desktop i processi di business.
Dal prossimo 15 giugno anche professionisti e mondo consumer potranno avere la suite Office 2010 e per dare valore a ogni suite le pacchettizzazioni di Office 2010 passeranno da otto a cinque.
In quella data Microsoft renderà disponibili anche il prodotto PKC – Product Key Card, codice di attivazione per attivare l'immagine unica di Office 2010 che quasi tutti i produttori di hardware hanno all'interno del loro PC. A seconda della versione che si vuole acquistare (si parte da 99 euro per la Home Student e da 199 per la Home Business per salire per le diverse tipologie di configurazione) sarà rilasciato un codice di attivazione per sbloccare il prodotto già installato sulla macchina.
 E il lancio virtuale in Italia ha visto la partecipazione di 32 partner italiani che hanno già integrato le loro tecnologie con Office 2010.
Pubblicato il: 13/05/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione