Logo ImpresaCity.it

Compuware con Gomez spinge il Saas e accelera nell'Application Performance Management

Due le grosse novità della seconda parte dell'anno fiscale 2010: l'acquisizione di Gomez, che consente di comprendere in modalità as a service i comportamenti di un'applicazione Internet, e, in un'ottica di verticalizzazione, il lancio di Vantage for Mobile, soluzione verticale per il mondo telco.

Autore: Barbara Torresani

Il cammino verso Compuware 2.0, la nuova vision societaria, è stato tracciato circa un paio d'anni fa; ora si iniziano a vedere i primi fatti concreti. Due quelli salienti del secondo semestre dell'anno fiscale 2010: l'acquisizione lo scorso ottobre della società Gomez, che di fatto porta Compuware a spingere l'acceleratore sul Software as a service e a entrare in nuovi mercati e, nell'ottica di una maggiore focalizzazione sulla verticalizzazione dell'offerta, la presentazione di Vantage for Mobile, soluzione per il settore delle telecomunicazioni. 
L'acquisizione di Gomez, perfezionata lo scorso dicembre e del valore pari a 295 milioni di dollari, è funzionale alla strategia di crescita della società nell'ambito dell'Application Performance Management, una delle tre direttrici accanto alla Governance e all'area Mainframe, in cui si declina la visione Compuware 2.0.
Come ha spiegatocompuware-con-gomez-spinge-il-saas-e-accelera-nell-1.jpg Massimo Zompetta, country  manager della filiale italiana di Compuware: "Gomez è un'acquisizione da cui la società si aspetta un forte impulso per la crescita del fatturato, che ha avuto una rispondenza molto positiva sul mercato. Si pensi che Idc ha dichiarato che cambierà le regole del gioco nel mercato dell'Application Performance Management (Apm)".
"Di fatto, spiega Zompetta, Gomez porta Compuware ad avere una visibilità end-to-end dell'utente finale, consentendo di capire il comportamento dell'applicazione dal back end fine al mobile. Compuware, infatti, prima focalizzata sull'analisi dei comportamenti di applicazioni interne all'azienda, supera i confini enterprise per spingersi al mondo Internet. Lo fa attraverso una rete di Pc (circa 100 mila maccchine di una community di utenti) che coprono l'ultimo miglio e una serie di nodi su base geografica, attraverso cui riesce a comprendere il comportamento delle appliazioni distribuite, e di queste a fare anche il trouble shooting.
Gomez si innesta in entità sempre più globalmente distribute e sulle quali vi è la difficoltà di gestire e analizzare i comportamenti degli utenti, copre le necessità di maggiore gestione connessa all'emergere di nuovi device, soddisfa scenari di collaboration e cloud computing".
"In conseguenza dell'espansione del Web, delle tecnologie Web 2.0, dei dispositivi mobili, delle comunicazioni wireless e di altri servizi, afferma Acompuware-con-gomez-spinge-il-saas-e-accelera-nell-2.jpgndrea NavaDirettore Tecnico Sud-Europa (Italia, Francia, Spagna, Portogallo), un'Apm efficiente oggi richiede anche la disponibilità di una strumentazione che includa informazioni dettagliate acquisite dall'esterno del firewall. Compuware grazie alla proposizione portata in dote da Gomez propone oggi una nuova offerta denominata Gomez adVantage, soluzione che consente di ottimizzare la gestione delle prestazioni applicative in tutta la delivery chain applicativa, tramite un singolo dashboard unificato".
Dal punto di vista strategico per Compuware l'operazione Gomez significa entrare in nuovi settori verticali quali, per esempio, quello dei media (soprattattutto portali), enterteinement e travel, ma anche estendere e spingere la componente dello Small & Medium Business. "Dei 2.500 utenti Gomez circa la metà sono enterprise, sottolinea Zompetta, gli altri rientrano nel mercato di dimensioni più piccole. Ci stiamo organizzando per indirizzare al meglio il mercato Smb e stiamo lavorando a una nuova formula perr andare sul mercato con il canale".
Tra i clienti italiani di Gomez: Ferrari, Vodafone e Wind.
Ulteriore plus della proposta Gomez la modalità di fruizione: tutta di software as a service (Saas), formula a cui Compuware guarda con interesse  – oggi circa 100 milioni di fatturato Compuware derivano dal Saas -  e che vede in crescita, grazie soprattutto a questa acquisizione e che conta di affiancare sempre più alla modalità di fruizione tradizionale on promise.

 [tit:Un imperativo: Verticalizzare]
E' in un disegno sempre più orientato alla verticalizzazione dell'offerta che si inserisce invece il lancio di  Vantage for Mobile.
"La verticalizzazione, enfatizza Zompetta è uno dei ‘desiderata' di Compuware, con l'obiettivo di predisporre l'azienda a comprendere sempre più le necessità dei clienti. Da società molto tecnologica, Compuware, infatti, si sta sempre più spostando verso i clienti di cui vuole capire le principali esigenze in termini IT". Per questo ha selezionato degli ambiti verticali sui quali conta di sviluppare soluzioni custom, specifiche per quel particolare mercato. Vantage for Mobile va proprio in questa direzione: consente ai provider di aumentare la fidelizzazione degli abbonati e il fatturato, ridurre i costi del supporto clienti e migliorare l'esperienza utente nell'accesso ai dati.
"E' una soluzione integrata, spiega Nava, che fornisce una visione in real-time dell'esperienza utente in relazione ai servizi dati mobili, partendo dal monitoraggio dell'attività di un singolo abbonato e collegando tali dati alla principali funzioni di business. I vantaggi per i clienti includono una maggiore fidelizzazione dell'abbonato, un ricavo medio per unità più elevato, l'ottimizzazione degli investimenti di rete, la riduzione dei costi di assistenza clienti e una migliore esperienza utente". 

[tit:Stato di salute e mercato]
Mancano pochi mesi alla chiusura dell'esercizio 2010 a fine marzo. E Zompetta guarda indietro ai nove mesi passati: "Non si possono nascondere i problemi legati alla crisi del mercato. La difficoltà delle aziende a procedere con gli investimenti è forte. Per questo per vendor come Compuware è sempre più importante cercare di differenziarsi, crearsi una posizione valida e riconosciuta sul mercato".
"Compuware è oggi un'azienda solida, prosegue Zompetta, con redittività alta, un numero di clienti in crescita, un buon cash flow (in previsione dovrebbe raggiungere i 200 milioni di dollari)." In questi mesi l'ambito dell'Application  Performance Management ha registrato buone performance; è un mercato a forte potenziale di crescita, si pensi che nel 2013 gli analisti indicano un valore pari a 18 miliardi di dollari. La combinata Vantage e Gomez, dovrebbe spingere Compuware a ritagliarsi una buona posizione di mercato.
E la partita è ancora tutta da giocare nell'ambito della Governance, dove Compuware mette in campo le piattaforme ChangPoint e Covisint.
Stabile il trend di crescita della componente Mainframe, quella storica, con soluzioni ben inserite in ambienti produttivi delle aziende clienti.
Nella strategia dell'azienda le partnership tendono ad assumere un ruolo sempre più rilevante. Da segnalare nell'ultimo trimestre quelle siglate con Accenture e Cisco.
Accenture utilizza Compuware nell'area dell'Application Performance Management.
Last but not least Sap, per la quale Compuware si occupa di analizzare ogni transazione in termini di comportamento rispetto all'end user.
Pubblicato il: 08/02/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni