Logo ImpresaCity.it

Symantec, le informazioni digitali costano 1.1 trilioni di dollari

La prima State of Information Survey di Symantec rivela che il costo sostenuto dalle aziende di tutto il mondo per le informazioni è pari a 1.1 trilioni di dollari l'anno.

Autore: Chiara Bernasconi

Symantec ha annunciato che il costo sostenuto dalle aziende di tutto il mondo per le informazioni è pari a 1.1 trilioni di dollari l'anno in base ai dati emersi dalla prima State of Information Survey. Dalle informazioni riservate sul cliente, alle proprietà intellettuali, alle transazioni finanziarie, le aziende sono in possesso di un'enorme quantità di informazioni che non solo permettono loro di essere competitive ed efficienti, ma anche di restare in attività.
La ricerca ha infatti rivelato che le informazioni digitali rappresentano il 49% del valore totale di un'azienda.
Le aziende di ogni dimensione hanno a che fare con enormi quantità di dati.
La dimensione totale delle informazioni archiviate oggi da tutte le aziende è di 2.2 zettabytes.
Le piccole e medie imprese (Pmi) gestiscono in media 563 terabyte di dati, rispetto alla media delle aziende di fascia enterprise che ammonta a 100mila terabyte.
La ricerca rivela, inoltre, che le informazioni sono destinate a crescere del 67% nel prossimo anno per le grandi aziende e del 178% per le Pmi.
In media, le aziende di fascia enterprise spendono 38 milioni di dollari all'anno per le informazioni, mentre le Pmi ne spendono 332mila.
Tuttavia, il costo annuo per dipendente delle Pmi è molto più elevato e ammonta a 3.670 dollari, rispetto ai 3.297 dollari delle aziende di fascia enterprise. 
Ad esempio, una tipica piccola impresa da 50 dipendenti spende 183.500 dollari nella gestione delle informazioni, mentre una tipica grande impresa con 2.500 dipendenti spenderebbe 8.2 milioni di dollari.
L'impatto della perdita delle informazioni sul business Le conseguenze legate alla perdita di informazioni aziendali sono disastrose. 
Gli intervistati hanno evidenziato l'impatto della perdita di dati sul loro business, con risultati come la perdita di clienti (49%), danni al brand e alla reputazione (47%), calo del fatturato (41%), crescita delle spese (39%) e caduta del prezzo delle azioni (20%).
Considerata la posta in gioco, la protezione delle informazioni dovrebbe essere una priorità, ma le aziende in realtà fanno ancora fatica.
Nel corso dell'ultimo anno, il 69% delle aziende ha vissuto una qualche forma di perdita delle informazioni per una serie di ragioni come errori umani, problemi di hardware, violazioni alla sicurezza o perdita e furto di dispositivi.
Inoltre il 69% ha subito un'esposizione di informazioni confidenziali al di fuori dell'azienda, e il 31% ha riscontrato problemi di conformità legati alle informazioni.
Un'altra sfida è rappresentata dal quantitativo di informazioni duplicate archiviate dalle aziende: in media il 42% dei dati è duplicato. Anche l'uso dello storage è basso con solo il 31% all'interno del firewall e il 18% al suo esterno.
Questi rischi e inefficienze messi assieme comportano un spesa aziendale superflua per l'archiviazione e la protezione delle informazioni.
Un problema chiave indicato dal 30% delle aziende è l'esplosione delle informazioni - l'inarrestabile crescita delle informazioni che sono disorganizzate, difficili da consultare e spesso duplicate da qualche altra parte.
Per aiutare le aziende a proteggere in maniera più efficace le proprie informazioni, Symantec suggerisce di:
- Porre l'attenzione sulle informazioni, non sul dispositivo o sul data center
Con il trend del Byod e del cloud, le informazioni non sono più racchiuse tra le pareti aziendali. La protezione deve essere focalizzata sulle informazioni, non sul dispositivo o sul data center.
- Non tutte le informazioni sono uguali
Le aziende devono essere in grado di separare le informazioni inutili da quelle di valore per il business e proteggerle di conseguenza.
- Essere efficienti
Deduplica e archiviazione possono aiutare le aziende a proteggere di più e archiviare meno per far fronte alla crescita esponenziale dei dati.
- La chiave è la coerenzaE' importante impostare delle policy coerenti per le informazioni, policy che possano essere messe in atto indipendentemente da dove siano le informazioni (su ambienti fisici, virtuali e nel cloud).
- Rimanere agili
Pianificare in base alle esigenze future delle informazioni implementando un'infrastruttura flessibile per supportare una crescita continua.
Pubblicato il: 03/07/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni