Logo ImpresaCity.it

Riverbed presenta Granite, per il consolidamento IT

Riverbed Granite permette alle aziende un consolidamento completo di applicazioni, server e storage edge secondo l'approccio della nuova architettura Edge Virtual Server Infrastructure (edge-Vsi).

Autore: Redazione ImpresaCity

Riverbed Technology ha annunciato di aver introdotto una nuova architettura, definita Edge Virtual Server Infrastructure (edge-Vsi) che opera sui server nello stesso modo in cui la virtual desktop infrastructure (Vdi) agisce sui desktop, permettendo di consolidare e gestire tutti gli edge server nel data center.
A differenza della Vdi, però, secondo dati forniti dalla stessa azienda con edge-VSI il total cost of ownership (Tco) si abbassa del 20-50%.
La nuova famiglia di prodotti per realizzare l'edge-Vsi è Riverbed Granite, che permette alle aziende un consolidamento completo di applicazioni, server e storage edge nel data center, fornendo servizi all'edge aziendale come se fossero locali. Edge-Vsi è complementare alla Wan optimization, e accelera le performance applicative e i casi d'uso non previsti nell'approccio di ottimizzazione Wan.
Granite permette di disaccoppiare lo storage dai server, su distanze di migliaia di chilometri, e opera come se lo storage fosse locale. Le performance non sono compromesse e i team IT sono in grado di gestire, fornire, correggere, espandere, proteggere i dati ed effettuarne il back up, anche per le filiali molto distanti, sempre dall'interno del data center.
Secondo Riverbed, le organizzazioni che implementano Granite potranno risparmiare fino al 50% rispetto all'approccio tradizionale nella gestione di infrastrutture distribuite, eliminando i costosi processi di backup e recovery nelle sedi remote, consolidando i server e lo storage edge sottoutilizzati, riducendo così le spese generali di amministrazione IT, sui quali gravano anche i costi relativi ai viaggi di lavoro connessi con la gestione dell'infrastruttura edge.                
Granite risolve i problemi legati alla banda e alla latenza su reti distribuite, riducendo lo stack tecnologico – a livello di blocco – rendendo possibile realizzare un'infrastruttura storage e server globale estesa dal data center sull'intera Wan. Con l'aggiunta dell'intelligenza di file system al livello di blocco, Granite rende parallele le interazioni tra server e storage che sarebbero altrimenti sequenziali. Questa innovazione permette a dati e server distribuiti di risiedere in un unico luogo, senza influire sulle prestazioni degli utenti sull'edge.      
Granite richiede due componenti: Granite Core, un'appliance fisica o virtuale presso il data center, e Granite Edge, un servizio eseguibile su un'appliance Steelhead EX installata nella sede remota.
Con la combinazione di Steelhead EX e Granite, le aziende possono beneficiare di un consolidamento maggiore grazie alla combinazione tra la Wan optimization, una piattaforma di servizi virtuale e l'innovativa ottimizzazione del block-storage. Infine, Granite Edge è disponibile anche come appliance standalone.      
La famiglia di soluzioni Granite è già disponibile in questo trimestre.
Pubblicato il: 13/02/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione