Logo ImpresaCity.it

APC, nuova versione di Infrastruxture

La nuova versione aggiornata di InfraStruXure consente la virtualizzazione e riduce le emissioni di CO2 grazie a funzioni di monitoraggio olistico e di risposta automatica agli eventi della struttura fisica del data center.

Autore: Redazione ImpresaCity

APC by Schneider Electric, ha annunciato una nuova versione del software di gestione InfraStruxure, una delle principali componenti dell'architettura InfraStruxure che offre una piattaforma di gestione dell'infrastruttura fisica del data center aperta e vendor neutral.
Le nuove caratteristiche introdotte hanno l'obiettivo di aiutare le aziende a risparmiare energia e a tagliare i costi consentendo una gestione attiva e aperta, in tutti i settori fondamentali del data center, inclusi alimentazione, raffreddamento, sistemi rack e di sicurezza.
Grazie alla capacità di integrarsi con i sistemi di gestione aziendale e building, il software offre una piattaforma completa di monitoraggio e gestione delle risorse dei data center.
Le nuove funzionalità migliorate includono:
- La nuova applicazione Data Center Lab inclusa in InfraStruXure Capacity: un tool di project management del data center che consente la progettazione di nuovi data center o gli aggiornamenti di quelli esistenti. Questa nuova funzionalità consente agli utenti di simulare i cambiamenti e pianificare gli scenari senza alcun impatto sull'operatività dei data center. Integra  funzionalità drag and drop di Data Center Lab e un feedback immediato sugli effetti dell'aggiunta di nuove attrezzature informatiche.
- I miglioramenti apportati all'applicazione Impact Analysis di InfraStruXure Capacity offrono una panoramica immediata sul funzionamento dell'infrastruttura fisica del data center inclusi UPS, distribuzione dell'energia e raffreddamento indipendentemente dai generi e marchi delle dotazioni presenti nel data center. Questa applicazione è in grado di avvisare un responsabile IT quando si siano verificati degli allarmi relativamente alla temperatura o altri eventi fisici riguardanti le infrastrutture che potrebbero avere impatto sulle singole apparecchiature IT. Avvisi in tempo reale sui guasti e una gestione delle scorte indipendentemente dal fornitore, vengono visualizzate all'interno dei layout fisici dei data center. Queste funzionalità, disponibili all'interno di InfraStruxure Operations 6.1 Capacity Manager, consentono l'impostazione delle soglie, la gestione delle efficienze, report personalizzati e raccomandazioni automatiche su come risolvere problemi critici, compresa la migrazione di macchine virtuali.
- Grazie a InfraStuxure Efficiency 1.1, i responsabili IT possono avere visibilità in modo rapido sui consumi energetici mensili dei propri data center, incluse le emissioni di CO2, e i parametri di valutazione dell'efficienza PUE (Power Usage Effectiveness) e DCIE (Data Center Infrastructure Efficiency). I dati relativi al Carbon footprint e ai costi dell'energia sono configurabili dall'utente o possono essere calcolati automaticamente per correlarli con le emissioni di CO2 e con i costi di produzione dell'energia a livello delle public utility locali, consentendo una rappresentazione più accurata delle emissioni e dei costi energetici. - Il nuovo strumento di gestione della rete all'interno di InfraStruxure Capacity permette un'osservazione approfondita delle apparecchiature, comprese la mappatura e la reportistica sulle reti in fibra e rame dai server, tramite pannelli di permutazione, agli switch o ai router consentendo ai responsabili IT di avere dati aggiornati sulla connettività, di gestire la propria struttura di rete e di pianificare e controllare l'utilizzo della rete .
Pubblicato il: 18/11/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni