Logo ImpresaCity.it

Riverbed dalle Wan al data center

L'azienda estende la tecnologia di ottimizzazione dalle Wide Area Network allo storage, con l'obiettivo di rimuovere le inefficienze dell'infrastruttura IT.

Redazione PMI

Riverbed Technology, attiva nel mercato mercato dei wide-area data services, ha svelato la propria vision per l'ottimizzazione dei dati, al fine di semplificare la gestione delle informazioni, rimuovendo dall'infrastruttura IT le inefficienze e i colli di bottiglia che affliggono la gestione dei dati.
Per raggiungere questo obiettivo la società punta sulla nuova famiglia di appliance Atlas, estendendo l'utilizzo delle tecnologie finora impiegate negli ambiti dell'ottimizzazione delle WAN anche allo storage e alle infrastrutture server nei data center.
Combinando le famiglie di prodotti Steelhead e Atlas, Riverbed favorirà le aziende nel processo di eliminazione delle inefficienze a livello dei dati, riducendone la quantità e agevolandone il trasferimento.
I dati e il modo con cui vengono gestiti, infatti, costituiscono un elemento di criticità nel business odierno. Per questo il modo con cui le aziende accedono, condividono e memorizzano le informazioni fa la differenza. È proprio qui che Riverbed pensa di poter dare un importante contributo, eliminando le inefficienze attraverso la rimozione dei dati ridondanti in ogni punto tra il data center e l'utente finale. Lo fa con i prodotti per la WAN optimization, abbattendo e le ridondanze nei dati e migliorando le prestazioni delle applicazioni e dei trasferimenti dati sulle WAN.  
Con l'arrivo della famiglia di prodotti Atlas, Riverbed applica il proprio approccio architetturale anche allo storage e ai server nei data center.
L'appliance Atlas è progettata per permettere alle aziende di incrementare la capacità del file storage primario, senza cambiamentii all'infrastruttura storage esistente.
Le appliance hardware fanno leva sulle funzionalità di deduplicazione dei dati di Steelhead per eliminare i dati già presenti nello storage primario. L'appliance Atlas non memorizza dati e consente agli utenti di continuare a usare l'infrastruttura storage esistente per memorizzare e gestire i dati. L'appliance Atlas è progettata per aiutare la scalabilità del file storage e consentire di erogare servizi a più utenti e fornire maggiori quantità di dati.
Pubblicato il: 27/09/2008

Tag:

Speciali

speciali

Cybertech Europe 2018

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce