Logo ImpresaCity.it

WWF e Microsoft Italia danno vita a Osservatorio Oasi

Le oasi del WWF fungono da laboratori per studiare i cambiamenti climatici. L'iniziativa della campagna WWF Generazione Clima si sposa con l'attività di ricerca informatica del laboratorio Microsoft Research di Cambridge.

Redazione PMI

In Italia è possibile farsi un'dea dei mutamenti climatici in atto anche nelle Oasi del WWF, dove le lagune protette in Toscana e Puglia mostrano segni di deperimento, i boschi patiscono per la siccità e gli uccelli cambiano i tempi di migrazione e nidificazione. Per capire il fenomeno e trovare soluzioni di adattamento il WWF farà diventare le Oasi dei laboratori di monitoraggio, attraverso un progetto che lo vede collaborare con Microsoft Italia, con la collaborazione e il supporto scientifico dell'Università della Tuscia.
Il progetto, che poggia su un sistema di centraline di monitoraggio, il software di Microsoft e il know-how di un'équipe di biologi e ricercatori, si pone i seguenti obiettivi: creare un database nazionale dei dati raccolti da inserire nel sistema di reti di monitoraggio nazionali ed europee; calcolare le potenzialità delle Oasi in termini di "assorbimento" del carbonio; effettuare delle previsioni a medio-lungo termine per attivare specifiche misure di adattamento e conservazione della biodiversità in Italia.
Attualmente il progetto è attivo in 16 Oasi pilota, in 10 regioni italiane ma è in progetto una sua estensione ad altre Oasi. Nell'Oasi di Orbetello sarà presto realizzato un Centro dimostrativo dell'iniziativa.
La collaborazione Microsoft-WWF è stata  avviata a livello internazionale nel 2007 nell'ambito del Programma "Climate Savers Computing", focalizzato sul macro tema dei cambiamenti climatici e sul contributo che il miglioramento dell'efficienza energetica delle tecnologie informatiche può dare in termini di riduzione delle emissioni.
In virtù di questa partnership internazionale, Microsoft Italia aiuterà il WWF a costruire un sistema informativo efficiente con le sue tecnologie e insieme con il WWF osserverà l'evoluzione del Sistema delle Oasi, che rappresenta il più importante progetto di conservazione del WWF Italia.
Il progetto è un contributo alla Campagna WWF contro i cambiamenti climatici Generazione Clima, che chiede una riduzione delle emissioni di almeno il  30% entro il 2020 in Italia come nel resto d'Europa, una percentuale che concorrerebbe alla salvaguardia del 20-30% delle specie a rischio di estinzione a causa del cambiamento climatico.
Pubblicato il: 30/07/2008

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud