Logo ImpresaCity.it

È tempo di VoIP

E' pari al 17% la quota dei minuti di traffico telefonico business raggiunta dal VoIP in Italia. E' ciò che emerge da uno studio Bocconi, realizzato in collaborazione con Cisco e Italtel.

Autore: Barbara Torresani

VoIP: moda manageriale o  realtà? Sicuramente una realtà, che rappresenta un nuovo modo di comunicare, che porta innovazione e traina nuovi modelli di business. È ciò che emerge dalla ricerca VoIP Impact 2008 condotta dall'Università Bocconi (seconda fase), in collaborazione con Cisco Italia e Italtel, su un campione di 6.600 utenti in quattro grandi aziende italiane che hanno adottato sistemi VoIP.
Dalla ricerca risulta che il 91% degli utenti aziendali utilizza la telefonia via Internet più volte durante il giorno e il 40% per più di tre ore al giorno. Circa due quinti del traffico telefonico business in Italia viaggia quindi su sistemi di comunicazione voce via Internet, la cosiddetta Voice over Internet Protocol (VoIP), e gli utenti aziendali ne fanno un uso frequente nell'arco della giornata lavorativa.
A un uso pro-capite di 2-3 ore quoditiane, corrisponde un utilizzo settimanale di circa 10 ore e un uso annuale di 434 ore. Le funzioni principali utilizzate sono ancora limitate, riconducibili ad usi tradizionali di comunicazione, ma l'utilizzo è percepito in modo positivo in termini di efficacia e la maggiorenza degli utenti (circa il 60%) è propensa a esplorare nuovi modi di utilizzo per aumentare la propria efficacia nel lavoro.
In termini di impatto della tecnologia sulle performance dalla ricerca emerge che in media il 64% degli utenti lavora in un team che ottiene ottimi risultati. I team che riportano performance più elevate impiegano i sistemi VoIP per più di due ore al giorno (34,2%) ma l'utilizzo efficace delle tecnologie non è sempre associato ad alte performance.
Come nuova tecnologia presente sulle scrivanie degli utenti, il VoIP non è ancora esplorata fino in fondo, richiede tempo e costituisce un potenziale di applicazioni. Ma risolve i problemi? Assolutamente sì. È uno degli strumenti di coordinamento e di scambio di informazioni e comunicazione.
La quota di mercato del VoIP originato da aziende adottanti è nell'ordine del 17,1-17,5% del totale del traffico del segmento business, che equivale a circa 10 miliardi di minuti all'anno per il segmento business originati da sistemi VoIP e terminati sulla rete pubblica nazionale.
Secondo lo studio, gli utenti sfruttano un limitato set di funzionalità VoIP, riconducibili agli usi tradizionali di un sistema di comunicazione: il 23,5% dichiara di utilizzarlo principalmente per la chiamata telefonica; il 19,8% per l'inoltro o trasferimento di una chiamata, il 16,4% per l'accesso alla rubrica telefonica aziendale e il 15,2% per la selezione rapida del numero da chiamare. Il 38,7% se ne server per comunicare con i superiori, il 40,0% con i colleghi e il 21,7% con collaboratori e fornitori.
Come ha spiegato Ferdinando Pennarola, docente di Sistemi informativi e organizzazione aziendale alla Bocconi e coordinatore della ricerca,  "Il VoIP è un argomento caldo, con un ciclo di vita rivolto ancora verso la fase di crescita. C'è tantissima potenza installata e di ciò ne hanno la percezione anche gli utenti, per cui con il VoIP si potrebbe fare molto di più. La disponibilità di una nuova tecnologia non aumenta di per sé le performance, ad essa vanno associate le trasformazioni organizzative degli utenti, consentendone un"'esplorazione sociale" . Bisogna poi mettere a disposizione degli utenti i mezzi necessari per il miglioramento della comprensione delle funzionalità che il VoIP può offrire rispetto alle tradizionali linee telefoniche. Differenti variabili organizzative influenzano la propensione ad esplorare da parte degli adottanti, quindi è compito dell'azienda fare leva su tali aspetti organizzativi in modo da impattare sull'uso del nuovo strumento di comunicazione."              
Pubblicato il: 17/06/2008

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud