Logo ImpresaCity.it

Arriva la piattaforma container di Suse

Annunciata la piattaforma Container as a Service (CaaS) che permette a sviluppatori e tecnici IT di effettuare il provisioning, gestire e scalare applicazioni e servizi basatisu container

Redazione

container-monitoring-e5ba1c6f43.png
SUSE
rende disponibile la piattaforma Container as a Service (CaaS) che permette a sviluppatori e tecnici IT di effettuare il provisioning, gestire e scalare applicazioni e servizi basati su container.
“L'innovazione nell'ambito dei container sta migliorando il modo di sviluppare e far girare le applicazioni, ma le aziende non vogliono implementare e mantenere internamente le complesse infrastrutture sicure per i container”, ha dichiarato Thomas Di Giacomo, CTO di SUSE. “Quel che invece vogliono è potersi concentrare sulla creazione di applicazioni che apportino valore al proprio business. Per questo SUSE mette a disposizione una soluzione intuitiva con un'infrastruttura per container che aiuta le aziende a implementare applicazioni di nuova generazione basate su container e native su cloud per far migrare progressivamente le app tradizionali e quelle già esistenti”. 

SUSE CaaS Platform è formata da tre componenti chiave – orchestrazione mediante Kubernetes, sistema operativo creato su misura (SUSE MicroOS) per microservizi e container, e funzionalità di configurazione – per fornire a clienti e partner i seguenti vantaggi: 
  • Time-to-market ridotto grazie alle funzionalità di immediato utilizzo della piattaforma che permettono ai clienti di implementare l'orchestrazione usando un sistema Kubernetes a livello di produzione, effettuare il deployment di servizi resilienti per container, massimizzare la portabilità e completare lo sviluppo all'interno di un ambiente sicuro.
  • Superiore efficienza operativa attraverso l'automazione delle attività di gestione del deployment e supporto del ciclo di vita applicativo completo dei container mediante il toolset per container integrato. Questo toolset mette a disposizione le funzioni necessarie per poter gestire i registry on-premise, creare le immagini dei container, applicarvi patch in sicurezza, collaborare in maniera protetta e utilizzare le immagini verificate presenti su SUSE Registry.
  • Possibilità di DevOps per una migliore gestione del ciclo di vita applicativo. DevOps unifica sviluppo e operazioni attraverso una singola piattaforma container che aiuta a risparmiare tempo in entrambe le discipline. Inoltre semplifica il deployment di microservizi e permette la coesistenza di configurazioni e codice.


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 26/06/2017

Tag:

Speciali

Speciali

Gli ERP nell’era della trasformazione digitale

Speciali

NetApp Data Driven Academy