Logo ImpresaCity.it

Huawei, nuovo contendente nell’arena dei notebook

Presentati i primi modelli di una nuova gamma, per ora di fascia alta

Redazione ImpresaCity

Sull’onda dei successi nel mercato degli smartphone, Huawei ha deciso di allargare il raggio d’azione ai personal computer, disinteressandosi delle sofferenze del comparto di questi ultimi anni.
I primi modelli presentati si orientano verso la fascia alta, presidiata soprattutto da Lenovo, Dell e Hp. Tre i prodotti che aprono il nuovo fronte di sviluppo. Il Matebook D, dotato di schermo a 15,6 pollici, rappresenta l’entry level, con un costo fra i 799 e i 999 euro. Il Matebook E, invece, è una macchina due-in-uno che sale fino a 1.299 euro, mentre al top troviamo il Matebook X, un pc ultrafine, con lettore di impronte digitali integrato e un costo fino a 1.699 euro.
La gamma non è del tutto nuova di per sé, ma finora aveva prodotto lo scorso anno un tablet con tastiera staccabile. Soprattutto il prodotto top va a scontrarsi anche contro i MacBook di Apple, ai quali contrappone uno schermo Gorilla Glass da 13 pollici, ma un rapporto di occupazione pari all’88%.
L’annuncio dell’espansione dell’offerta arriva a breve distanza dalla pubblicazione dei dati di vendita degli smartphone, a cura di Gartner, dove si evidenzia come Huawei si stia avvicinando ai leader Samsung e Apple. La crescita complessiva, valutata al 9%, va ascritta soprattutto alle performance dei costruttori cinesi, come anche Oppo e Vivo. La loro quota di mercato complessiva è ormai arrivata al 24%, ovvero sette punti in più di un anno fa.
Huawei, in particolare, occupa il terzo posto assoluto, con una quota del 9%, in crescita rispetto all’8,3% del primo trimestre 2016. In testa c’è sempre Samsung, con il 20,7%, seguita da Apple con il 13,7%, ma entrambe hanno perso terreno.Secondo Gartner, questo successo si deve alla disponibilità di prodotti di alta qualità, a prezzi concorrenziali e dotati degli ultimi ritrovati tecnologici. A questo si aggiunge una strategia marketing e promozionale molto aggressiva, che ha consentito di guadagnare terreno soprattutto in paesi come Thailandia, India e Indonesia.
Pubblicato il: 24/05/2017

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud