Con PowerAi, Ibm accelera il riconoscimento di immagini

La piattaforma di machine learning, ottimizzata per i sistemi Power, si arricchisce di nuove funzioni di automazione.

Trasformazione Digitale
Ibm sta facendo evolvere in modo significativo la propria piattaforma di deep learning Power Ai, soprattutto in direzione del riconoscimento di immagini. L'ultimo aggiornamento, destinato agli ambienti Power Systems, semplifica il percorso degli sviluppatori, soprattutto sulla parte di preparazione dei dati, oltre a ridurre a qualche ora il tempo richiesto per “educare” i sistemi di intelligenza artificiale.
Quattro sono lì principali evoluzioni della soluzione. La prima riguarda la facilità d'uso del software, poiché il nuovo strumento Ai Vision consente agli sviluppatori di non doversi preoccupare troppo delle proprie conoscenze di deep learning, potendo far leva su modelli preconfezionati per applicazioni di elaborazione avanzata di immagini. Queste tecnologie possono essere utilizzate in diversi campi, andando dalle automobili a guida automatica fino alla rilevazione di frodi in tempo reale. Possono essere anche utilizzate per migliorare funzionalità di visione associate ai droni o nel commercio al dettaglio per identificare i prodotti al momento del passaggio in cassa.
La seconda evoluzione di Power Ai si concentra sugli strumenti di preparazione dei dati. Ibm, infatti, ha integrato la piattaforma con il proprio software di virtualizzazione dei cluster Spectrum Conductor. Esso si basa su Apache Spark per facilitare il processo di trasformazione dei dati, strutturati o meno, e prepararli per l'apprendimento in deep learning.
La terza componente di novità permette a Power Ai di sfruttare una versione distribuita di TensorFlow (framework di machine learning realizzato in open source da Google e che ha fortemente contribuito a rendere popolari queste tecnologie). Questa versione distribuita permette di ridurre notevolmente il tempo di apprendimento sfruttando cluster virtualizzati di server con una componente accentuata di Gpu.
Infine, l'ultima evoluzione dell'aggiornamento riguarda lo strumento Dl Insight, che consente hai data scientist di monitorare il processo di apprendimento in deep learning e aggiustare automaticamente i parametri per migliorarne le prestazioni.
La soluzione Power Ai è ottimizzata per gli ambienti Power Systems S822Lc, dedicati al high performance computing e annunciati da Ibm insieme a Nvidia nello scorso autunno. Essi sono progettati per elaborazione intensiva di dati come richiesto dalle applicazioni di intelligenza artificiale e learning machine. Le performance sono rafforzate dall’utilizzo di una connessione ad alta velocità NvLink fra i processori Power e quindi grafici di Nvidia.
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Speciali Tutti gli speciali

Webinar

Attacco al cloud, così stanno sabotando la ripartenza. Correre ai ripari, evitare rischi

Speciale

Stampa gestita: il servizio conquista

Speciale

HPE Innovation Lab NEXT: ripartire con la co-innovazione

Webinar

La cyber security agile per la nuova IT

webinar

Sicurezza, privacy, edge e cloud: come gestirli al meglio per ripartire con successo. #DataSecurity, la diretta streaming

Calendario Tutto

Lug 23
Infoteam e Dell Technologies - Attacco al cloud, così stanno sabotando la ripartenza.

Magazine Tutti i numeri

ImpresaCity Magazine


Leggi il Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori