Logo ImpresaCity.it

Le imprese agili sfruttano l’arma DevOps

Uno studio di Atlassian e xMatters rivela che i progetti realizzati in logica DevOps apportano numerosi vantaggi, ma la maggior parte delle aziende non ha cultura in materia.

Redazione ImpresaCity

La logica DevOps apporta vantaggi tangibili per le imprese che ne fanno uso. La conferma arriva dallo studio “xMatters Atlassian Devops Maturity2017”, realizzato dalle due società di sviluppo e soluzioni di gestione It su oltre 2.000 persone che lavorano in imprese da 500 a oltre 10mila dipendenti. La maggior parte dei soggetti coinvolti, tuttavia, non ha mai sentito parlare di questo concetto.
Solo il 41% delle aziende, infatti, lavora in DevOps e il 65% di queste ha confermato benefici collegati al più rapido sviluppo di applicazioni, al miglioramento della user experience (minor numero di segnalazioni di malfunzionamenti), tempi di soluzione velocizzati e ritmo di innovazione accelerato.
L’altro lato della medaglia è che circa il 60% delle aziende non conosce il concetto o non sa se sia applicato e questo dimostra che permane un grande gap fra chi ha studiato e poi concretizzato la logica in azienda e chi continua a pensare che si tratti di una buzzword.
Certamente, il percorso di attuazione è ancora lungo. L’80% delle realtà familiari con DevOps hanno indicato che team di sviluppo e funzioni di business condividono determinati strumenti e questo è un primo passo verso la diffusione della cultura agile. Le imprese condividono anche le informazioni generate da questi strumenti, ma spesso con un accesso limitato. Solo il 17% ha dichiarato di disporre di informazioni aperte disponibili per team multifunzionali in formati dinamici, come wiki o forum di discussione.
Lo studio ha rivelato anche problemi con la gestione degli incidenti, che Atlassian ritiene essere un test-chiave di maturità per gli sviluppatori. Il 50% delle aziende deve ancora attendere prima che il centro operativo segnali un incidente importante, il 43% utilizza processi manuali per tenere aggiornate le relazioni fra clienti e utenti interni e il 34% afferma di aver riscontrato ritardi nella soluzione degli incidenti. 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 19/04/2017

Tag:

Speciali

speciali

Check Point Experience, il futuro della cybersecurity è servito

speciali

Red Hat Open Source Day 2018, l’open source ridisegna il mondo