Logo ImpresaCity.it

Assolombarda e CdC di Milano siglano il primo protocollo digitale d’Italia

Lo condividono le associazioni d’impresa del territorio: Confcommercio Milano, Assimpredil Ance, Unione Artigiani, APA Confartigianato Imprese, Coldiretti Milano, CDO Milano, Confservizi Cispel Lombardia, Confindustria Alto Milanese.

Redazione ImpresaCity

Assolombarda e Camera di commercio di Milano sono i pionieri del primo protocollo digitale d’Italia che ha per oggetto la diffusione della cultura digitale e l’utilizzo di servizi e strumenti informatici da parte delle imprese e della Pubblica Amministrazione (PA).
Per i promotori, l’accordo è stato sottoscritto da Elena Vasco, Segretario Generale della Camera di commercio di Milano, e Michele Angelo Verna, Direttore Generale di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza.
Il protocollo resta, però, aperto alle associazioni delle imprese del territorio milanese che vorranno aderire e per farlo sarà sufficiente la firma telematica. Tra i partecipanti figurano già: Marco Barbieri, segretario generale di Confcommercio Milano; Marco Dettori, presidente di Assimpredil Ance; Stefano Fugazza, presidente dell'Unione Artigiani di Milano e provincia; Giovanni Barzaghi, presidente APA Confartigianato Imprese, Coldiretti Milano, CDO Milano; Giovanni Bordoni, presidente di Confservizi Cispel Lombardia; Giuseppe Scarpa, presidente di Confindustria Alto Milanese.
Attraverso il protocollo, i firmatari e gli aderenti si impegnano a diffondere presso le imprese le piattaforme di servizi digitali, siti dedicati per semplificare la comunicazione e la fruizione di servizi della PA riducendo i tempi di risposta; realizzare eventi informativi e divulgativi finalizzati a uno sviluppo delle competenze digitali; realizzare seminari formativi sui servizi e strumenti digitali offerti dalla Camera di Commercio di Milano tra cui Firma Digitale, Fatturazione Elettronica, SUAP; semplificare la modalità di accesso ai servizi pubblici per esempio attraverso il sistema SPID, che permette di accedere a tutti i servizi online della PA con un’unica identità digitale (utilizzabile da computer, tablet e smartphone).
Nel 2016 a Milano sono state 21mila le pratiche telematiche evase dalle imprese con un ingente risparmio di tempo e costi e nel 2017 oltre duecento aziende hanno richiesto l’identità digitale per interagire con la PA. Oggi infatti le imprese, i professionisti e i cittadini hanno a disposizione un unico interlocutore: lo Sportello Unico delle attività produttive che, totalmente digitalizzato, consente la presentazione telematica delle proprie istanze alla PA.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 15/03/2017

Tag:

Speciali

Speciali

Cybertech 2019

Download

Gestire la sicurezza alla convergenza tra IT e OT