Logo ImpresaCity.it

IoT, Cisco raccoglie i frutti dell’acquisizione di Jasper

Circa un anno dopo l’operazione da 1,4 miliardi di dollari, viene estesa la portata della piattaforma di connettività e il supporto ai partner.

Redazione ImpresaCity

Con l’obiettivo di consolidare la presenza nel mondo dell’Internet of Things (IoT), circa un anno fa Cisco aveva acquisito Jasper e la sua piattaforma Control Center, oggi in grado di connettere oltre 40 milioni di oggetti, 12 dei quali sono veicoli. Secondo il vendor, anche il numero dei clienti è cresciuto, passando dagli iniziali 4.000 agli attuali 9.000 e oltre.
Control Center consente agli utenti di automatizzare le connessioni, ma anche di controllare e gestire tutto ciò che può essere contenuto nei servizi IoT. Allo scopo di integrare un numero ancora superiore di dispositivi, Cisco supporta ora la tecnologia Narrow-Band IoT (NB-IoT), uno standard LpWan (Low Power Wide Area Networking) sviluppato dall’organismo di standardizzazione 3Gpp. Esso utilizza l’infrastruttura 3G/4G/Lte esistente per limitare i consumi energetici, pur mantenendo un’eccellente copertura.
Allo stesso tempo, il costruttore californiano ha definito accordi con oltre 50 service provider e la piattaforma può gestire periferiche IoT su oltre 550 reti di operatori mobili, tutti impegnati nel supporto della tecnologia NB-IoT.Jasper supporta già oltre 50 brand di vetture e costruttori come Toyota, Honda, Ford e Gm utilizzano Control Center. Un settore di probabile espansione è quello sanitario e qui Cisco si è associata a Jupl per sviluppare il servizio Personal Emergency Response System, utilizzabile sugli smart watch Samsung Gear S3.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 07/03/2017

Tag:

Speciali

webinar

E’ tempo di Next Generation SOC

webinar

Rivoluzione smart working e lavoro agile