Logo ImpresaCity.it

Ibm e Saleforce insieme per il Crm cognitivo

Annunciata una partnership per offrire ai clienti nuovi servizi che combinano i sistemi cognitivi Watson di Big Blue ai prodotti in cloud di Salesforce

Ibm e Salesforce. I due colossi dell’hi-tech hanno annunciato una partnership dal respiro globale per offrire ai clienti nuovi servizi che combinano i sistemi cognitivi Watson di Big Blue ai prodotti in cloud di Salesforce (nella foto Marc Benioff, Ceo di Saleforce, e Ginni rometty, Ceo di Ibm).

benioff-rometty.jpgIl nuovo portfolio che si andrà a creare sarà decisamente ampio, ma il focus dei vari prodotti ruoterà attorno alla possibilità di ottenere insight da Watson su dati non strutturati, fondendoli poi tramite Api con i report predittivi ricavati dalle informazioni generate dal Crm di Salesforce.

“Combinando ad esempio schemi di acquisto locali, dati sulle condizioni metereologiche e provenienti dal retail generati da Watson con le preferenze dei clienti ricavate da Salesforce Einstein, un negoziante potrà inviare agli utenti campagne email altamente personalizzate e mirate”, ha scritto l’azienda guidata da Marc Benioff in una nota ufficiale.

Le informazioni metereologiche provengono dagli asset di The Weather Company, realtà acquisita da Ibm nel 2016 e sviluppatrice della quarta applicazione mobile più utilizzata negli Stati Uniti. L’integrazione tra meteo e business non è accessoria: una compagnia assicurativa, proseguendo con gli esempi, potrà informare rapidamente i propri clienti in viaggio sulle condizioni del tempo, cercando così di salvaguardare la loro sicurezza.

Inoltre, gli utenti potranno unire dati on-premise e in cloud integrando gli insight di Watson direttamente nella Intelligent Customer Success Platform di Salesforce, facendo emergere spunti di riflessione e trend in un cruscotto unificato. Infine, tramite Bluewolf (agenzia di consulenza rilevata da Ibm nel 2016 e già partner storico di Salesforce), verrà creata una nuova unità per aiutare i clienti a implementare effettivamente al proprio interno le funzionalità congiunte di Watson ed Einstein.

“Entro pochi anni ogni decisione importante – personale o di business – verrà presa con l’aiuto dell’intelligenza artificiale e delle tecnologie cognitive”, ha spiegato Ginni Rometty, numero uno di Ibm. “Prevediamo che quest’anno Watson ‘toccherà’ un miliardo di persone, dall’oncologia al retail passando per i commercialisti e le automobili”. Tutte le novità annunciate dalle due compagnie saranno disponibili nel corso dei prossimi mesi, i prezzi verranno confermati in contemporanea al lancio effettivo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 07/03/2017

Tag:

Speciali

Speciali

Gli ERP nell’era della trasformazione digitale

Speciali

NetApp Data Driven Academy