Logo ImpresaCity.it

Windows Server integrerà Kubernetes 1.5

Dopo Docker, anche la tecnologia di amministrazione dei container diventerà parte del sistema operativo di Microsoft, ma solo con la nuova versione.

Redazione ImpresaCity

Negli ultimi due anni, Docker ha vissuto una forte fase di crescita e anche Kubernetes, la soluzione open source di orchestrazione dei container, è stata adottata da numerose imprese e service provider. L’ultima versione disponibile è la 1.4, rilasciata nello scorso settembre.
Nel corso del 2017, la tecnologia sarà integrata in Windows Server, ma solo nella nuova release 1.5, allo scopo di accompagnare il supporto di Docker Engine e Client. La stessa Microsoft, ma anche Google e Red Hat hanno supportato Apprenda, azienda che ha coordinato il porting di Kubernetes sotto Windows, sviluppando anche alcune funzioni specifiche.
L’esempio più chiaro è rappresentato dal supporto di due tipi di container, non solo Docker, ma anche Hyper-V Containers, per assicurare l’isolamento di macchine virtuali, ma senza integrare tutte le funzionalità di virtualizzazione proprie di Hyper-V. L’idea è di fornire una soluzione multipiattaforma, che possa utilizzare sia Windows che Linux.
Kubernetes 1.5 funzionerà però solo sotto Windows Server 2016 e versioni successive. L’ultima versione del sistema operativo enterprise di Microsoft è di rilascio recente e ancora non troppo popolare. Uno studio di SpiceWorks, infatti, evidenzia come il 40% delle aziende intenda attendere da uno a tre anni per la migrazione. Inoltre, i container sotto Windows Server e il supporto di Docker non si situano in cima alla lista delle cose che più interessano i decisori It, tant’è che solo il 12% del campione analizzato ha indicato il supporto dei container come priorità.
Pubblicato il: 09/01/2017

Tag:

Speciali

speciali

Cybertech Europe 2018

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce