Logo ImpresaCity.it

SonicWall ritrova l’indipendenza

Lo specialista di appliance di gestione unificata delle minacce riparte dopo la separazione da Dell Software.

Redazione ImpresaCity

I fondi Francisco Partners ed Elliott Management hanno annunciato la finalizzazione dell'acquisizione di Dell Software, resa nota nello scorso giugno. L'ammontare dell'operazione non è stato precisato, ma, secondo le stime di Reuters, dovrebbe trattarsi di una somma superiore ai 2 miliardi di dollari.
Nell'ambito di questa riorganizzazione, ritrova la propria indipendenza SonicWall, specialista della gestione unificata delle minacce (Utm), che Dell acquisì nel 2012.L'occasione è stata utile per la nomina di un nuovo amministratore delegato, nella persona di Bill Conner, in precedenza responsabile di aziende come Entrust e Silent Circle. La strategia dovrebbe puntare sul know-how storico della società, quindi sulla protezione dalle minacce attraverso appliance dedicate. Uno dei principali assi di sviluppo e di ricerca fa leva sul fronte delle cosiddette Apt (Advanced Persistent Threat), un ambito nel quale SonicWall ha da poco presentato il servizio Capture Advanced Threat Prevention.
Si evince dalle intenzioni di riorganizzare il programma di canale che certamente non sarà più centrato su Dell, ma focalizzato su una specifica rete di distributori. Fra gli obiettivi annunciati, anche l'intenzione di conquistare quote di mercato tra le piccole e medie imprese in settori come distribuzione, sanità, education e pubblica amministrazione. Inoltre, un settore di interesse è quello del Mobile Device Management, con una proposta complementare a soluzioni già esistenti è più focalizzata sul fronte delle Vpn Ssl e applicative.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 03/11/2016

Tag:

Speciali

speciali

La sicurezza informatica al servizio della digital transformation

speciali

Check Point Experience, il futuro della cybersecurity è servito