Logo ImpresaCity.it

Check Point consolida la threat prevention

Acquisita Hyperwise, società privata israeliana che ha sviluppato un motore di threat prevention che agisce a livello di CPU

Redazione

Check Point ha acquisito Hyperwise, società privata israeliana che ha sviluppato un motore di threat prevention che agisce a livello di CPU. Questa tecnologia di prevenzione degli exploit - affermano in Check Point - offre un più elevato tasso di rilevamento delle minacce e permette alle organizzazioni di rafforzare le difese per contrastate le nuove tipologie di attacco. I fondatori di Hyperwise ed il loro team verranno immediatamente inseriti nell’organizzazione di Check Point, e la tecnologia andrà ad arricchire l’offerta Check Point Threat Emulation esistente. 
"Gli attuali approcci alla threat prevention si focalizzano tipicamente sull’identificazione e sul blocco del malware una volta che questo si sia rivelato attivo, lasciando così un gap non considerato nelle primissime fasi dell’attacco, sppiegano in Check Point. Con l’acquisizione di Hyperwise, Check Point saremo in grado di affrontare anche questo gap, consentendo di identificare le minacce anche nella fase precedente all’infezione".
“L’acquisizione di Hyperwise porta con sé tecnologie importanti e competenze elevate che ci permetteranno di consolidare ed estendere la nostra leadership in tema di threat prevention. Con l’integrazione di una threat protection di nuova generazione a livello di sistema operativo e CPU nella nostra offerta di Threat Emulation, andiamo a rafforzare le strategie di difesa dei nostri clienti, consentendo loro di identificare e bloccare la più estesa varietà di attacchi fin dal primo momento di contatto.”
“L’acquisizione di Hyperwise porta con sé tecnologie importanti e competenze elevate che ci permetteranno di consolidare ed estendere la nostra leadership in tema di threat prevention. Con l’integrazione di una threat protection di nuova generazione a livello di sistema operativo e CPU nella nostra offerta di Threat Emulation, andiamo a rafforzare le strategie di difesa dei nostri clienti, consentendo loro di identificare e bloccare la più estesa varietà di attacchi fin dal primo momento di contatto.”
Pubblicato il: 20/02/2015

Tag:

Speciali

speciali

Cybertech Europe 2018

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce