Logo ImpresaCity.it

Il cloud Oracle guarda alla tutela dei dati

Strategico per Oracle è distribuire geograficamente la propria presenza per garantire ai clienti il rispetto delle normative legate alla sovranità dei dati

Redazione

Primo incontro pubblico con Mark Hurd, dopo la sua nomina a CEO annunciata il 18 settembre. Nel corso dell’Oracle OpenWorld in San Francisco, Hurd ha espresso le sue opinioni riguardo alle iniziative della società nell’ambito del cloud. "Strategico per Oracle è distribuire geograficamente la propria presenza per garantire ai clienti il rispetto delle normative legate alla sovranità dei dati, andando a realizzare cloud storage nelle singole aree geografiche".
"Oracle genera tuttora una consistente quota del proprio fatturato con il suo business on-premise e contninuerà a farlo, ha detto Hurd. Ma non possiamo certo negare che stiamo assistendo a una trasformazione tecnologica. La nostra crescita futura è legata alla capacità di fare evolvere il business del cloud".
Per quanto riguarda il settore enterprise, Hurd, considera che il passaggio al cloud sia condizionato dagli investimenti pregressi e dalla difficoltà di cambiamento imposta dalla specificità delle applicazioni in utilizzo. "E’ questo il motivo per cui la trasformazione di questo settore non avanza rapidamente, ma per passaggi incrementali". 
Pubblicato il: 03/10/2014

Tag:

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud